Consigli utili per l’igiene del neonato a partire dalla prima settimana di vita

Prima settimana di vita del neonato, consigli
smpratt90 / Pixabay

17 utili consigli per semplificare la vita nella prima settimana dopo la nascita e instaurare buone abitudini per l’igiene e la salute del neonato e dell’intera famiglia

 

LA VERNICE CASEOSA: VA PULITA O NO?

Vernice caseosa

Un bambino appena nato a prima vista è molto sporco, ma ciò non significa che abbia bisogno subito di un bagno. I bambini alla nascita sono coperti con una sostanza cerosa, simile al formaggio, chiamata vernice caseosa e più è piccolo il bambino, più spessa è la vernice caseosa.

Il rivestimento protegge il bambino nel grembo materno, e ci sono anche alcuni benefici per il neonato.

La vernice caseosa ha un gran numero di amminoacidi e sostanze che proteggono il bambino dai batteri nel canale del parto e dopo la nascita.

È anche nota per aiutare il bambino con la digestione più avanti nella vita.

Inoltre, può favorire l’adesione durante l’allattamento e mantenere la pelle del bambino morbida ed elastica. Non affrettatevi dunque a lavarla via subito.

LE SALVIETTE SONO TUE AMICHE

salviette umidificate per neonati

Le salviette per neonati sono una delle migliori invenzioni di sempre, specialmente durante la prima settimana con un neonato.

Sia che si tratti di salviette asciutte che di quelle umidificate,  le neomamme hanno bisogno di tenersele sempre a portata di mano in quei primi giorni.

Le salviettine sono il modo migliore per mantenere il bambino pulito e questo non solo relativamente all’area del pannolino.

Le mamme possono usare le salviette per asciugare il latte che gocciola dalla bocca del bambino dopo che mangiato e per pulire saliva o rigurgiti.

Il bambino non è sporco nel senso usuale del termine, quindi non si tratta di togliere la terra. Se la mamma pulisce con le salviette, il bambino rimarrà pulito.

IGNORA IL CORDONE OMBELICALE

pulizia cordone ombelicale

Subito dopo la nascita, il cordone ombelicale può essere una delle parti più delicate da maneggiare e pulire.

I Pediatri in passato incoraggiavano i genitori a seguire determinati passaggi per trattarlo, ma ultimamente, riconoscono che potrebbe essere meglio ignorarlo e non toccarlo per la prima settimana e attendere che cada per conto suo a meno che non si sporchi con pipì, feci o qualche altra sostanza.

In questo caso si dovrebbe pulire delicatamente con una salvietta. Non allarmarti se vedi piccoli grumi di sangue secco, ma se c’è pus, questo è un segno di infezione, e dovresti chiamare immediatamente il medico.

PULISCI LE BAMBINE DA DAVANTI A DIETRO QUANDO CAMBI IL PANNOLINO

come cambiare pannolino bimbe

Non c’è molto di cui preoccuparsi quando si tratta di cambiare i pannolini alle bambine. Ma i genitori devono sapere come togliere via le feci.

Infatti se dovessero entrare nella vagina della neonata potrebbero causare un’infezione. Quindi mamme e papà devono abituarsi presto al metodo corretto di pulizia per assicurarsi che la bimba rimanga in salute, specialmente in quella fragile prima settimana.

Per essere sicuri che le feci non arrivino al punto vulnerabile, i genitori dovrebbero pulire iniziando dalla parte anteriore e proseguendo verso la parte posteriore.

PIEGHE DEL COLLO ATTIRA-SPORCIZIA

pieghe del collo dei neonati

Se il neonato è paffuto o piccolo, il collo sembra acchiappare tutta la sporcizia. In parte questo è dovuto al modo in cui il bambino sta sdraiato e, senza un buon controllo dei muscoli, all’inizio il collo tende ad essere più vicino al corpo.

Se il bambino vomita o suda un po’, queste cose si infiltreranno nelle pieghe del collo.

Questo è un punto che dovrebbe essere sempre tenuto pulito e asciutto, perché le pieghe possono sfregarsi e causare irritazioni.

E se c’è una parte del bambino che puzzerà (a parte il pannolino sporco), sarà molto probabilmente il collo. Quindi non dimenticare quella parte.

LAVATEVI LE MANI PRIMA DI TOCCARE UN NEONATO

Norme igieniche quando c'è un neonato
RitaE / Pixabay

Questa è la regola numero 1 per le famiglie che accolgono un nuovo bambino, soprattutto nella prima settimana.

Tutti devono lavarsi le mani. Tutti.

Anche parenti e ospiti devono farlo, gli va gentilmente detto al momento che entrano in casa. I genitori dovrebbero lavarsi le mani soprattutto prima e dopo ogni cambio di pannolino.

Lavarsi le mani è il modo migliore per evitare di trasmettere germi al bambino, quindi è l’abitudine più importante che ogni mamma e papà dovrebbe instaurare dopo la nascita.

NO BACI GRAZIE

Non baciare i neonati
sathyatripodi / Pixabay

Capiamo bene quanto tutti amino il piccolino appena nato. È così allettante baciare quella pelle vellutata, ma in quella prima settimana, i genitori dovrebbero applicare la politica del NO BACI.

Questo vale anche per loro stessi nel caso abbiano in corso o abbiano appena avuto un herpes labiale. Il virus non è così dannoso sugli adulti, a parte essere fastidioso e tutt’altro che carino da vedersi. Ma per i neonati, può essere causa di una grave infezione.

Ci sono stati casi in cui il bacio di un membro della famiglia nella stanza d’ospedale ha portato il bambino ad ammalarsi tanto da dover essere ricoverato poco dopo essere stato portato a casa, e purtroppo alcuni bambini sono addirittura morti per questo.

I NEONATI NON HANNO BISOGNO DEL BAGNETTO QUOTIDIANO.

Bagnetto ai neonati
amyelizabethquinn / Pixabay

I primi bagnetti sono molto stressanti per i genitori e i bambini.

I neonati potrebbero piangere per il disagio e le mamme preoccuparsi che il bimbo scivoli.

La temperatura dell’acqua è un problema e alla maggior parte dei neonati non piace sentirsi nudi e freddi.

Ma le mamme non hanno bisogno di stressarsi così tanto in quella prima settimana perché i bambini non hanno bisogno di bagni quotidiani.

In realtà, uno o due bagni saranno probabilmente più che sufficienti quella prima settimana, a patto che la mamma usi delle salviette per mantenere il bambino il più pulito possibile per il resto del tempo.

Alcuni genitori amano instaurare una routine serale che includa un bagno per rilassarsi in preparazione della nanna, ma questo può andar bene solo quando il bambino è un po’ più grande e riesce a dormire tutta la notte.

Per la prima settimana, non è necessario e potrebbe seccare la pelle del bambino.

PULIZIA DEL SENO DELLA MAMMA CHE ALLATTA

Pulizia del seno dopo aver allattato
badarsk / Pixabay

Questo consiglio è per le mamme che stanno facendo del loro meglio per avviare un allattamento soddisfacente in quella prima settimana. Alcune persone giurano che è meglio evitare il sapone quando ci si lava il seno. Potrebbe sembrare un’eresia, ma in genere l’acqua sarà sufficiente.

Mentre alcune mamme si preoccupano che le sostanze chimiche presenti nel sapone possano entrare nella bocca del bambino, molte non sanno che queste sostanze potrebbero anche ostacolare la fuoriuscita di latte materno. Ricorda che le salviette sono tue amiche, anche se potresti preferire l’utilizzo di quelle asciutte la maggior parte delle volte. Alcune mamme evitano anche il deodorante, ma è sicuramente una decisione personale.

L’IGIENE DENTALE INIZIA NELLA PRIMA SETTIMANA

Pulizia gengive neonato
freestocks-photos / Pixabay

I bambini non nascono con i denti – almeno di solito è così. Ma questo non significa che le mamme non dovrebbero preoccuparsi della salute dentale fin dall’inizio. Infatti, i dentisti raccomandano che le mamme inizino dalla prima settimana di vita, strofinando un panno sulle gengive del bambino. Questo può aiutare a rimuovere il mughetto, un’infezione che può passare dal bambino alla madre che allatta, e non è piacevole.

A proposito, non è necessariamente il mughetto se la lingua del bambino è bianca: può essere semplicemente latte.

UNGHIE DEL BAMBINO

Taglio unghie neonato
SeppH / Pixabay

Non penseresti mai che un bambino di una settimana abbia le unghie talmente lunghe da costituire un problema, ma molti neonati si graffiano la faccia entro i primi due giorni di vita.

Alcuni bambini nascono con le unghie lunghe e altri hanno una crescita rapida. Ma tagliare quelle unghie è spaventoso.

Il momento migliore per farlo è quando il bambino dorme, ma anche in quel momento il bambino potrebbe spaventarsi e finire per essere ferito.

Un altro consiglio è di non usare i tagliaunghie. In quei primi giorni, le unghie del bambino sono molto morbide, quindi un paio di piccole forbici possono fare un lavoro migliore di qualsiasi altra cosa, e sono più facili da controllare rispetto al tagliaunghie.

SUGGERIMENTI PER IL CAMBIO DEL PANNOLINO

Cambio del pannolino
PublicDomainPictures / Pixabay

Mantenere pulito il bambino significa cambiare spesso il pannolino, non appena si sporca.

I neonati sporcano diversi pannolini già dalle loro prime ore di vita, e possono arrivare a 10-12 al giorno entro la fine della prima settimana, quindi mamme e papà potranno fare molta pratica e impareranno rapidamente.

Ma abbiamo un suggerimento che potrebbe salvarli da incidenti non previsti: tenere il pannolino pulito pronto a coprire immediatamente il bambino quando si toglie quello sporco.

Per un maschietto, questo significa coprire la parte anteriore al più presto quando tiri via il pannolino sporco.

Per le femmine, vuol dire infilare un pannolino pulito sotto il sedere prima di estrarre il vecchio.

Quando la pelle del bambino si raffredda, può stimolarli ad urinare, quindi avere subito pronto il pannolino pulito è il modo migliore per impedire a mamma e papà docce inaspettate.

RIGURGITI & ALTRE SIMPATICHE STORIE

cambi tutine frequenti

Le mamme sanno che, una volta nato il bambino, dovranno occuparsi della pulizia del loro culetto. Il fatto è che non è l’unico posto dove le cose possono diventare piuttosto disgustose.

Ogni bambino rigurgita, il che significa che il pasto può essere molto disordinato.

Il reflusso è un disturbo comune che può portarli al livello successivo.

I neonati hanno sistemi digestivi immaturi, il che significa che a volte ciò che va giù torna su.

Le mamme devono essere preparate con tanti pannetti da poggiare dove poggia la bocca il bimbo e molti cambi di tutine per loro.

I neonati devono essere cambiati più volte al giorno, quindi preparatevi ad un aumento significativo della mole di bucato.

TEMPERATURA DELL’ACQUA DEL BAGNETTO

Bagnetto neonato
nguyenhuyentrang17280 / Pixabay

Il primo bagnetto è un grande traguardo, ma ci sono così tante cose che la mamma deve preoccuparsi di fare bene.

Per prima cosa, ti consigliamo di assicurarti che l’asciugamano e il pannolino del bambino siano pronti in modo che il bambino possa essere coperto appena esce dall’acqua. Inoltre assicurati di avere lo shampoo e i teli da bagno a portata di mano perché non puoi mai lasciare un bambino solo nella vasca da bagno nemmeno per un istante.

La temperatura, però, è un vero test per una nuova mamma. L’acqua deve essere calda ma non troppo calda.

Avvertenza: non mettere il bambino nella vasca da bagno prima che sia stata riempita con l’acqua. Assicurati di provare la temperatura con il gomito perché le tue mani potrebbero non essere così sensibili al calore.

E l’acqua si raffredda rapidamente, quindi non impiegare troppo tempo. Il bambino non si divertirà molto nella vasca finché non avrà pochi mesi, quindi i primi bagnetti dovrebbero essere veloci ed efficienti.

Mantenere l’acqua a temperatura è fondamentale, ma non preoccuparti se il bambino piange: andando avanti le cose miglioreranno sempre di più.

CONTA I PANNOLINI SPORCHI

contare pannolini sporchi

Il cambio di pannolino può essere un grande indicatore di quanto sia sano il bambino, soprattutto nella prima settimana.

Quindi le mamme dovrebbero contare i pannolini che ha sporcato il bambino e informare il medico se c’è un problema.

Nel primo paio di giorni potrebbero esserci meno pannolini di quelli che ci si potrebbe aspettare, ma la media dovrebbe essere pari al numero di giorni di vita del bimbo (due per il secondo giorno, tre per il terzo ecc.). Funziona per i primi quattro giorni. Più pannolini bagnano meglio è, poiché i neonati non hanno un fegato ben funzionante e possono sviluppare un grave ittero se non estraggono la bilirubina attraverso l’urina. I pannolini bagnati indicano che il bambino sta prendendo latte, indicazione utile soprattutto per le mamme che allattano al seno.

DOPO IL CAMBIO PANNOLINO, MEGLIO LE CREME O I PRODOTTI IN POLVERE?

crema o prodotti in polvere per proteggere la pelle del sederino?

 

Le mamme vedono in farmacia decine di prodotti in polvere e di creme e si chiedono cosa sia meglio per il loro piccolo.

La buona notizia è che non devi saperlo subito.

Finché una mamma è veloce a cambiare i pannolini del bambino appena si sporcano, le creme o i prodotti in polvere non sono necessari.

Gli unguenti sono lì per proteggere la pelle del bambino quando si irrita e il prodotto perfetto può dipendere dalla pelle del bambino.

L’ideale sarebbe avere dei campioncini da testare.

QUANDO CHIAMARE IL PEDIATRA

Quando chiamare il pediatra

 

La prima settimana a casa può essere un momento abbastanza terrificante per i neogenitori, e può essere difficile gestire lo stress in condizioni di stanchezza date anche dal fatto che si dorme poco.

Fate però attenzione: la scarsa igiene potrebbe causare infezioni al bambino.

Se il bambino ha un’eruzione cutanea o anche la minima febbre nella prima settimana, i genitori devono assolutamente chiamare il pediatra.

Dovrebbero chiamare il medico anche se il bambino non sporca o bagna abbastanza pannolini.

I neonati sono fragili e la loro igiene è importante.

Ma uno dei consigli più importanti riguarda l’igiene di coloro che li circondano: lavarsi le mani in modo che il neonato non sia esposto ai germi è fondamentale.

Consigli utili per l’igiene del neonato a partire dalla prima settimana di vita
5 (100%) 3 votes

Condividi se ti è piaciuto!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.