Come inserire i legumi nello svezzamento


Intorno all’ottavo mese del bebè, il pediatra comincerà a farci introdurre nello svezzamento anche i legumi. In quanto proteine vegetali, hanno un ruolo importante nella dieta dei bambini e sono ricchi di nutrienti, fibre e minerali.

Proporre questi nuovi sapori non sarà facile per tutti allo stesso modo e si consiglia quindi di cominciare ad inserirli nel brodo che prepariamo per la pastina o come crema di legumi così da avere un pasto completo da poter proporre due volte a settimana. Il consiglio è quello di cominciare con le lenticchie decorticate, facendo seguire poi i fagioli più teneri fino ad arrivare ad inserire tutti i legumi nella dieta del bambino. La crema di legumi potrà essere usata più liquida oppure come vera e propria salsa per la pastina, aggiungendo un cucchiaio di crema di riso o di mais.

Soprattutto inizialmente dobbiamo stare attenti agli episodi spiacevoli che possono provocare i legumi come ad esempio l’aria nel pancino. Per evitarlo basterà frullarli dopo averli lessati oppure utilizzare quelli decorticati poiché è proprio la buccia la causa dell’aria nella pancia. Si consiglia comunque di passarli perché spesso se il bambino non li mastica adeguatamente, finiranno tutti interi nel pannolino, riducendo così la funzionalità di questo alimento che non viene assimilato.

Come preparare i legumi

Se utilizzate legumi secchi fate attenzione a reidratarli nel giusto modo, lasciandoli in ammollo per tutta la notte, cambiando l’acqua un paio di volte. In questo modo torneranno reidratati e allo stesso tempo avrete eliminato i fitati. Per chi ha fretta una buona soluzione è la pentola a pressione. (basteranno 20 minuti per le lenticchie ad esempio).

A questo punto le ricette che potrete realizzare sono infinite, unendo i legumi alla pastina, alle verdure, ai cereali così da utilizzare tutto quello che avete a disposizione variando di volta in volta.

Per slegarci poi dalle classiche zuppe e minestre, potrete utilizzare i legumi per realizzare le polpettine che i bambini potranno mangiare anche da soli. Potete farle semplicemente utilizzando i legumi frullati, o aggiungendo la polenta o altre verdure.

Se avete delle ricette interessanti a base di legumi, scrivetecelo nei commenti!


Condividi se ti è piaciuto!
Articolo precedenteReggiseni per l’allattamento: Come scegliere quello giusto
Articolo successivoPerdere peso dopo il parto. Il momento migliore, durante l’allattamento
mm
Eva Forte, nata a Roma il 5 Maggio 1976 si è laureata in Sociologia delle Comunicazioni di massa nel 2001 con il Prof Mario Morcellini. Entrata da subito nell’editoria come giornalista per diverse testate cartacee e come esperta sociologa sulla genitorialità e i contesti familiari per vari mensili di settore, ha aperto nel 2005 l’Associazione Mamme Domani Onlus, un portale enciclopedico per aiutare le coppie in cerca di gravidanza e i neo genitori . Oggi scrive su magazine online di diversi argomenti, dalla cucina alla tecnologia fino all’attualità di cronaca. Due è il suo primo romanzo a cui è seguito un giallo “In Equilibrio” e ora è impegnata nella stesura del suo terzo romanzo “10 amanti in cucina”. Ha due figli che prendono il primo posto nella sua vita e la passione per la cucina, la montagna e la pittura.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.