Le malattie infettive in età pediatrica

0
776

Malattie non esantematiche

Parotite: comunemente chiamata orecchioni, è quasi scomparsa ormai dopo la vaccinazione di massa.

E’ una malattia virale epidemica altamente contagiosa dovuta ad un paramixovirus che si trasmette attraverso le prime vie respiratorie. Ha una incubazione di 14-18 giorni ed è contagiosa da quattro, cinque giorni prima dell’ingrossamento delle parotidi fino a completa guarigione che avviene di solito 10-12 giorni dopo. Lascia una immunità quasi permanente ma a volte, anche dopo la vaccinazione, si può contrarre nuovamente la malattia anche se in forma molto attenuata. Esordisce con febbre alta, cefalea, dolori al collo e alle orecchie, alla masticazione soprattutto di cibi aspri come frutta o limone e dolori addominali. Dopo pochi giorni inizia una tumefazione alle parotidi che sono ghiandole salivari situate dietro alla mandibola. Le parotidi si gonfiano (di solito prima l’una poi l’altra) e diventano visibili ad occhio nudo fino a provocare una deformazione del contorno del viso. Complessivamente il gonfiore può durare anche due settimane e se è molto accentuato può provocare anche dolore spontaneo. La parotite è una malattia che può dare complicazioni con una certa frequenza: nel 10% dei casi può dare meningoencefalite, nel 5% dei casi sordità, nel 20% dei casi può dare un processo infiammatorio ai testicoli (solo se funzionanti, cioè dalla pubertà in poi) e alle ovaie. Può infine dare pancreatite. Molto rare sono le complicazioni renali e tiroidee. Da anni ormai vige l’obbligatorietà della vaccinazione contro la parotite che si effettua assieme al morbillo e alla rosolia con il vaccino trivalente al 15° mese e al 6°-7° anno.

Le malattie infettive in età pediatrica
5 (100%) 8 votes