Come farsi aiutare in casa dai bambini? 8 consigli per te

Quand’è che un bambino è abbastanza grande per iniziare ad aiutare in casa? Come faccio a far sì che il mio bambino mi aiuti con le faccende domestiche?

Come genitore è molto più facile pulire una volta che i bambini vanno a letto e convincere noi stessi che “giocare è il lavoro dei bambini” e che non hanno il dovere di aiutarci in casa; insegnare ai bambini a lasciare in ordine le loro cose e a partecipare alle pulizie domestiche richiede ovviamente tempo e pazienza, ma con il tempo si potrà rivelare molto utile.

Prima di mettere i mie bambini all’opera mi chiedo sempre: ”Che cosa potrebbe fare con piacere mio figlio? Quali sono le sue capacità? In quale lavoretto potrebbe essere più bravo?”. I bambini piccoli di 12 o 18 mesi possono già imparare a rimettere a posto un giocattolo nella cesta dei giochi; prima si inizia a insegnare ai bambini a essere puliti e ordinati, meglio è!

Qui ci sono 8 consigli per coinvolgere vostro figlio ad aiutare in casa:

1. Iniziate con qualcosa di semplice

Prima di iniziare a insegnare ai miei figli a pulire, comincio a guardare in giro per casa e cerco di ridurre al minimo il disordine: ripongo e riordino le aree di gioco in modo che tutti i giocattoli abbiano un posto dove stare. Controllo anche nei cassetti e negli armadi e do via abiti inutilizzati per avere più spazio, quando non si ha tanta roba da riordinare la pulizia è più semplice sia per me che per i più piccoli!

Insegnare ai bambini a pulire
FeeLoona / Pixabay

2. Stabilite aspettative realistiche

Cerco quindi di regolare le mie aspettative. Il mio bambino ama spargere a terra i giocattoli e può facilmente incasinare una stanza in pochi minuti, ma rimettere tutto dov’era prima richiede molto più tempo! Perché questo accade? I più piccoli che stanno ancora imparando a ordinare e ascoltare le indicazioni che il genitore gli dà, potrebbero essere in grado di mettere via solo alcune cose, mentre un bambino di tre anni ad esempio riuscirebbe tranquillamente a riordinare un spazio maggiore più rapidamente.

Tirar fuori solo pochi giocattoli alla volta è un ottimo modo per iniziare: quando sono presente durante il tempo di gioco di mio figlio, è più facile incoraggiarlo a rimettere un giocattolo al suo posto prima di tirarne fuori un altro.

Dire a un bambino di pulire la sala giochi o pulire tutta la loro stanza è irrealistico se è ancora tanto piccolio; La suddivisione di questo compito è il modo a mio parere migliore per avere successo in questa impresa. Prima di tutto, incoraggiali a riporre i libri, i Lego, le macchinine, ecc. Avrai bisogno di diventare un motivatore per un po’ fino a quando i bambini impareranno a capire da soli dove vanno le cose, a quel punto avranno bisogno di meno aiuto da parte tua.

stabilire aspettative realistiche

3. Aiutate la memoria visiva

Etichettare cassetti, cestini e contenitori con le immagini o i nomi di ciò che contengono, può cambiare totalmente il modo in cui si affrontano le pulizie domestiche! Ho usato molto questo semplice trucco e posso assicurarti che il momento delle pulizie sarà molto più facile, veloce e meno frustrante. Anche scattare una foto di come dovrebbe essere una stanza pulita può aiutare molto i bambini, in modo che focalizzino le cose nella loro mente.

4. Cantate

Ci sono tante canzoni da ascoltare e canticchiare adatte a questa routine. I miei bambini amano sentire la musica e cantare le loro canzoni preferite mentre puliscono e riordinano, è così motivante per loro! Ho portato lo stereo in camera dei bambini, così che si godano di più il momento del riordino dei loro giochi.

Cantare

5. Siate di esempio

Non sono sempre stata il miglior esempio per quanto riguarda l’ordine e le pulizie in passato: ci sono alcuni periodi in cui non rifacevo nemmeno il letto e lasciavo i piatti sporchi nel lavandino più del solito. Oggi, anche se qualche volta mi capita ancora di procrastinare, per la maggior parte del tempo mi sforzo di essere un buon esempio per i miei figli, che notano quello che faccio e vogliono imitarmi. Da quando riconoscono che la pulizia e l’ordine sono qualcosa di importante nella routine familiare, sono più propensi a rendersi utili.

Essere di esempio

6. Collaborate insieme

Quando mi sento creativa in cucina lasciando dietro di me un campo di battaglia di pentole, posate, piatti da lavare, vorrei avere la bacchetta magica per rimettere tutto a posto. Ed è esattamente così che si sentono i miei figli quando generano un grande caos e sanno che dovranno rimettere in ordine ogni cosa. Adoro quando mio marito arriva in mio soccorso e mi aiuta a riordinare in cucina, e così faccio anch’io con i miei figli: vado da loro e anzichè sgridarli o mettermi a riordinare tutto io, gli chiedo: “Cosa vuoi che sistemi?” oppure “Vuoi che metta a posto i pupazzi o i libri?”; quando gli offro il mio aiuto in questa modalità il loro stress diminuisce notevolmente.

Collaborare insieme

 

7. Siate positivi

Voglio che i miei figli abbiano esperienze positive per quanto riguarda i lavori domestici e le pulizie, voglio che imparino a sentirsi soddisfatti dopo aver riordinato la loro stanza o aver contribuito a rendere la casa pulita e splendente; voglio anche che imparino a prendersi cura dei loro oggetti e che siano orgogliosi di quello che fanno. L’incoraggiamento è fondamentale! Con i più piccoli ho fatto sempre sapere loro quanto mi rendono felice e orgogliosa quando raccolgono i loro giochi, riempiendoli di baci e abbracci. Se fanno qualcosa in maniera sbagliata, non li critico, ma gli mostro gentilmente il modo giusto per farlo.

Siate positivi

8. Rendetela una giocosa routine

Quanto più si è abitudinari con la pulizia, tanto meno diventerà una lotta e una forzatura; se i bambini sanno che dopo che si utilizza un oggetto bisogna rimetterlo a posto, riordinare e pulire diventerà più una cosa automatica che una scocciatura per la maggior parte di loro. Avere un tempo stabilito ogni giorno per ripulire può anche aiutare i bambini a costruire una buona routine: ci piace pulire subito prima di cena durante l’anno scolastico, dal momento che dopo cena andiamo direttamente a leggere e ci prepariamo per andare dormire, durante l’estate ci piace fare le pulizie la mattina prima di iniziare la giornata. I bambini sono molto più motivati a pulire quando sanno che qualcosa di divertente sta per accadere dopo averlo fatto.

come farsi aiutare in casa dai bambini

Alcune routine che sono presenti in casa nostra includono:

  • Fare il letto ogni mattina (i più piccoli aiutano a mettere i cuscini, mentre gli adulti tirano su la coperta);
  • Mettere i vestiti sporchi nella apposita cesta ogni sera;
  • Sparecchiare la tavola dopo ogni pasto;
  • Sciacquare i piatti dopo aver finito di mangiare (per i bambini più grandi);
  • Riporre tutti i giocattoli nei contenitori prima di andare a dormire;
  • Mettere a posto i vestiti lavati e asciutti.

Tu ti fai aiutare in casa dai figli? Che metodi utilizzi? Mi piacerebbe sentire i tuoi suggerimenti e le tue idee!

Da leggere:i 13 segreti di chi ha la casa sempre pulita

Come farsi aiutare in casa dai bambini? 8 consigli per te
5 (100%) 2 votes

Condividi se ti è piaciuto!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.