La locazione senza contratto

Spero di essere il più chiaro possibile.

Sto affittando una casa da ben 19 anni (senza nessun contratto – ma la luce arriva intestata all’affittuario). Ora, per vari motivi vorrei mandarli via, ma non hanno nessuna intenzione di uscire!

Avevo pensato di predisporre il contratto, chiedendo una cifra mensile abbastanza alta in modo tale da non farla firmare (se firma tutto buono e benedetto) per poi portare a conoscenza l’avvocato che chi è in affitto si rifiuta di firmare il contratto. Ma da ignorante in materia non so se è la strada giusta da intraprendere.

La prego, mi trovi una soluzione.

Ringraziandola anticipatamente, porgo cordiali saluti.



Caro Marco,

se è pur vero che, allo stato della vigente disciplina, il contratto di locazione deve necessariamente essere stipulato per iscritto, è pur vero che i rapporti di locazione che non si fondano su un contratto scritto trovano comunque regolamentazione e tutela nel nostro ordinamento giuridico.

Definirei la soluzione da lei proposta poco ortodossa e quindi non le consiglio di attuarla.

Dovrebbe invece inviare al suo inquilino una lettera di disdetta del rapporto di locazione, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, concedendogli termine di almeno sei mesi dal ricevimento della raccomandata per il rilascio dell’immobile.

Consideri tra l’altro che se la locazione dura da 19 anni, il rapporto è prossimo alla sua naturale scadenza. Applicando infatti la durata legale delle locazioni abitative, il vostro rapporto risulta tacitamente rinnovato già per due quadrienni (4+4 sono i primi 8 anni, più i successivi 4 e ulteriori 4 già scaduti, sareste nel corso del terzo quadriennio di proroga, che trova naturale scadenza tra un anno quindi).

Purtroppo non conoscendo la data esatta di inizio locazione non posso sapere se siete già nel corso del quarto anno del terzo quadriennio di tacita rinnovazione o a che punto siete.

Le consiglio comunque di inviare quanto prima la disdetta nelle forme che le ho suggerito e di pazientare ancora un po’.

 

Buona fortuna

 

Avv. Chiara Donadon