Graduatoria per entrare al nido comunicata in modo errato

Buongiorno Chiara,
mi chiamo Paola. Non so se quello che le chiedo rientra nei suoi "casi" ma almeno un consiglio vorrei chiederlo.
Ho iscritto Francesco al nido. Esce la graduatoria provvisoria, ha un certo punteggio e rientra per il prossimo anno scolastico.
Siamo tutti felicissimi e festeggiamo, è davvero un grosso risparmio per noi ed è una di quelle belle notizie che ti rallegrano la giornata.
Tempo dieci giorni e arriva una telefonata dal municipio in cui ci comunicano un loro errore di digitazione e invece che 27 punti ne ha 22, quindi nel nido da noi richiesto non rientra più.
Avvisano dicendo che così possiamo fare ricorso entro il 14 giugno, data per la graduatoria definitiva e termine ultimo per le domande di ricorso.
Chiedo in base a che posso fare ricorso, solo per un loro errore di digitazione che per un po’ mi ha fatto credere nel "miracolo"? (ho cinque figli e nessuno ha mai avuto il piacere di rientrare in un nido, eppure non siamo ricchi)
Chiaramente la risposta è stata che, con la telefonata, loro in qualche modo non si assumono più la responsabilità per l’errore comunque comunicato in tempo.
È possibile fare qualcosa, o è tutto tempo perso?
Grazie
Paola

Cara Paola,
anche se la questione da te posta rientra più che altro nell’area del diritto amministrativo, che non è propriamente tra le mie aree di specialità, credo di poterti rispondere tranquillamente in base alle mie conoscenze giuridiche.
Il mero errore materiale, quale pare essere quello occorso al tuo Comune di appartenenza, non inficia la validità dell’atto amministrativo (la graduatoria) e pertanto ritengo superfluo e inutile proporre ricorso. Ovviamente do per scontato che il Comune abbia detto il vero: cioè che in base alle domande presentate e ai parametri fissati per l’attribuzione del punteggio, il tuo corrisponda effettivamente a 22 e che, in base ai posti disponibili, questo punteggio ti faccia davvero superare il numero di posti messi a disposizione.
In questo caso, non ci sono gli estremi per proporre ricorso contro la graduatoria e "ri-ottenere" il posto al nido che credevi, giustamente, di aver ottenuto.
Se invece nutri dei dubbi circa l’ "onestà" del Comune o temi magari che ci siano state "manovre" per favorire qualcuno, potresti semmai chiedere al Comune l’esibizione dei documenti che hanno portato all’attribuzione di quei punti e alla conseguente formazione della graduatoria, ancorché provvisoria, in base al principio di trasparenza degli atti amministrativi.
Cari saluti,
 
Chiara