Crisi isteriche e pavor da quando è rientrato all’asilo

Buonasera Dott.ssa, mio figlio ha appena compiuto 2 anni, nelle ultime settimane (coincidenza il reintegro all’asilo nido dopo la pausa estiva) ha spesso reazioni isteriche immotivate soprattutto nei miei cofronti. Posso immaginare che sia la reazione al fatto che non mi vede tutto il giorno e “vuole farmela pagare” ma non so come reagire, se cercando di consolarlo, sgridandolo o facendo finta di nulla. Inoltre è diventato difficilissimo farlo addormenatare, da sempre lui si addormenta da solo ma da qualche settimana sono pianti strazianti prima di crollare sfinito. Sono capitati anche 2 episodi di “terrore notturno” o almeno credo, si svegliava strillando e per 10 minuti non si calmava nemmeno in braccio, anzi cercava di darmi delle sberle. Insomma c’è un disagio abbastanza manifestato, non so però come comportarmi. All’asilo e dai nonni mi dicono che è un angelo e gestibilissimo. Grazie per la risposta, 
Daniela

 

 

Cara mamma,
a quest’età i bambini forma il concetto del sè differenziandosi dagli altri,
per affermare il suo IO  attraversa una fase del No detta della protesta che gli serve per capire chi è,
quindi capito che suo figlio sta bene lei non deve fare altro che stargli vicino riempirlo di coccole ed affetto quando c’è ed
aspettare che cresca superando in modo naturale questa fase.
  
Saluti
Dott.ssa A.D’Agostino