Cosa è meglio fare in caso di rottura di un dente da latte?

0
260

Buonasera Dottoressa Potì, sono la mamma di una bimba di tre anni e mezzo.  Oggi mentre correva è caduta e le è caduto l’incisivo frontale completo di radice. 

L’ho immediatamente portata da un dentista pediatrico che ha provveduto a fare rx ed ha confermato che non ci sono rotture interne dell’osso. Successivamente ha provveduto a verificare, con un batuffolo di cotone sul quale è stato spruzzato dello spray gelato, se i dentini vicini avvertivano sensibilità al freddo con esito positivo. Tale procedura ci è stato spiegato andrà replicata a distanza di 1 settimana, 1 mese, 3 mesi, 6 mesi e 1 anno. 

Quanto allo spazio rimasto a seguito della perdita del dente pare non si possa far nulla (ci è stata accennata la possibilità di creare un dente finto che andrebbe ancorato internamente al dentino accanto, ma tale eventualità ci è stata sconsigliata). 
 
A questo punto avrei necessità di sapere:
  • è stato effettuato tutto quanto era necessario nel corso della visita odierna?
  • consultando internet si parlava dell’impianto del dentino da latte: tale pratica è consigliata o no?
  • è effettivamente pratica difficile e sconsigliata l’applicazione di un dentino finto (o qualcosa di simile) per riempire lo spazio venutosi a creare visto che probabilmente dovrà rimanere tale per non meno di 3 anni?
Grazie anticipatamente per il consulto che mi vorrà dare (qualora avesse da consigliarmi centri specializzati faccia pure. Io risiedo nella provincia di Monza e Brianza). 
 
Cordiali saluti

Gentile Veronica,
Il collega ha operato correttamente come da protocollo.
Sconsiglio la sostituzione per non interferire con la crescita. Eventualmente si potrà valutare in futuro un mantenitore di spazio.
Saluti

Cosa è meglio fare in caso di rottura di un dente da latte?
5 (100%) 1 vote