Uva ursina in gravidanza


Buonasera dottoressa.
A causa di un po’ di cistite il farmacista mi ha dato da prendere delle capsuledi Uva ursina. Sono alla 5° settimana di gravidanza e ho letto che questapianta può essere dannosa. Io ho preso 2 capsule per  4 giorni… ho sbagliato?
Grazie


 

Gentile signora,

in effetti per la sua azione vasocostrittricel’impiego di Uva ursina è sconsigliato in gravidanza, sebbene sia ampiamentedimostrata l’efficacia delle Ericacee come antibatterici urinari. Ma ilfarmacista che gliel’ha consigliata era a conoscenza del suo stato?

Le consiglio per adesso e per il futuro di consultaresempre il suo ginecologo prima di assumere qualunque tipo di farmaco sintetico,naturale o omeopatico, non abbia timore di disturbare il suo medico per questotipo di consultazioni, è sempre la cosa migliore da fare quando si debbonoprendere farmaci. In ogni caso stia serena, l’assunzione delle capsule disicuro non ha avuto conseguenze sulla sua gravidanza.

Per dovere di completezza ricordo comunque che le Ericaceecome l’Uva ursina sono efficaci  come antibiotici urinari quandole urine risultano alcaline (quindi in caso di cistiti provocate da ceppibatterici che metabolizzando l’urea alcalinizzano le urine, come Proteusspp. Klebsiella spp, Bilophila wadsworthia, Cryptococcus neoformans, alcune speciedi Citrobacter , alcune specie di  Haemophilus spp, e molti altri batterie funghi), e sebbene non sia stato scientificamente dimostrato evidenzecliniche indicano che l’assunzione di bicarbonato di sodio  (1 cucchiainoin aggiunta al decotto di radici di gramigna ad esempio, o al mezzo bicchieredi acqua in cui vengono sciolte le gocce di tintura madre di Uva ursi) aiuta adinnescare l’attività terapeutica delle Ericacee.
In bocca al lupo per la gravidanza

dr.ssa Federica Natoni