Ammalata due volte

 
Buongiorno,

sono stata operata nel 1993 per carcinoma mammario (mastectomia) con svuotamento ascellare. Non sto a raccontarle le vicissitudini del periodo che, grazie a Dio, sono passate. Ora, d’accordo col mio medico, intendo, o meglio intendevo, chiedere l’aggravamento dell’invalidità (40%) a causa del braccio perennemente edematoso e dolorante.

Sono un’impiegata e per quanto il lavoro non sia pesante, talvolta sono costretta a fermarmi per il dolore. Nel frattempo durante un controllo di routine mi è stato diagnosticato un carcinoma al seno residuo, per il quale è stata eseguita quadrantectomia. Il linfonodo sentinella è indenne, ma dovrò "curare" questo nuovo KA con terapia ormonale per cinque anni, sperando che tutto vada bene.

Ho 52 anni e 36 di contributi. Secondo il suo parere ci sono i presupposti per un aumento dell’invalidità, se non addirittura per un prepensionamento? La ringrazio per la risposta che vorrà fornirmi e la saluto cordialmente.

Daniela

Penso di sì, anche se il quesito è di ordine medico-legale.
Rifaccia domanda di aggravamento dell’invalidità e, quando sarà il momento della visita, si faccia assistere da un medico-legale di sua fiducia.

Saluti.

Ammalata due volte
Lascia il tuo voto!

Condividi se ti è piaciuto!

LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.