Vomita il latte al mattino

Buongiorno dottoressa,

sono la mamma di Sara, 2 anni e mezzo.

Al mattino quando beve il latte quasi sempre lo vomita, quasi subito. Ora glielo sto facendo bere nella tazza con la cannuccia, e coi biscotti a parte. Mentre il pomeriggio se provo a darglielo col biberon lo beve e non succede niente. Il problema è solo al mattino. Sta andando al nido da circa 2 mesi, ma comunque anche i giorni che sta a casa lo vomita, quindi escluderei un fattore psicologico. In generale si sveglia con pochissimo appetito, quindi fatico anche a darle il te, anche se quest’ultimo non lo vomita.

Cosa posso fare? Da cosa puo dipendere? Se fosse un’intolleranza non vomiterebbe anche il pomeriggio?

Grazie mille, Roberta

A volte, specie in questa stagione, i bimbi raffreddati che producono molto catarro possono svegliarsi la mattina con lo stomaco pieno, appunto, di muco accumulatosi di notte durante la posizione sdraiata sia nell’esofago che nello stomaco e questo giustifica spesso il vomito mattutino. La produzione di muco continua anche durante il giorno ma la posizione eretta lo convoglia subito nello stomaco e dopo poco nell’intestino evitando l’accumulo.

A volte, invece, specie nei bambini molto magri che vanno soggetti a crisi acetonemiche, il digiuno prolungato della notte e, magari, l’abitudine di cenare presto con alimenti soprattutto proteici o grassi come i formaggi e con pochi carboidrati può produrre acetone che può manifestarsi con vomito.

Altre volte, infine, una infiammazione piuttosto intensa e acuta alla gola o anche una otite possono indurre vomito.

Il problema del vomito matutino deve quindi essere valutato caso per caso, escludendo anche possibili malattie metaboliche, celiachia, intolleranza alimentare, problemi anatomici come ernia iatale o altro… Ma a questo proposito ho già avuto modo di dare una risposta piuttosto approfondita su questa rubrica ad una mamma con il tuo stesso problema di vomito mattutino del suo bimbo. Il titolo era, appunto, "vomito mattutino" e la risposta alla quale ti rimando era di marzo 2010. Il mio consiglio pratico è quello di somministrare la colazione o con il cucchiaino molto lentamente oppure sostituendo il pasto di latte o comunque il pasto liquido con uno yogurt o con una crema di cereali col cucchiaino e con molta calma in modo da non dilatare lo stomaco velocemente. Ma se questo piccolo accorgimento non risolvesse il problema sarebbe bene che il tuo pediatra di fiducia visitasse il bimbo e valutasse la cosa.

Un caro saluto, Daniela