Varismo

Gentilissima dottoressa, ho parlato di questo problema già in altra sezione ma, in questi giorni di dubbi, vorrei poter avere anche un suo parere professionale.
Mia figlia ha 14 mesi e cammina già da due mesi abbondanti.
da quando è in posizione eretta abbiamo cominciato a notare con maggior evidenza che la bimba ha le gambette “variche” e che, probabilmente per questo, non è ancora molto stabile nella deambulazione (inciampa spesso).
Il difetto si nota maggiormente dal ginocchio in giù e tende a mettere anche la caviglia e i piedini in dentro.
Adesso ha iniziato anche a correre, ed anche in tal caso pone i piedini nello stesso modo.
Premetto che quando aveva 2 mesi e mezzo le abbiamo fatto portare il “doppio pannollino” per quasi due mesi, perché dall’ecografia delle anche era stato riscontrato un ritardo di maturazione all’anca dx.
Ripetuta l’ecografia dopo un mese esatto (ovvero quando la piccola aveva 3 mesi e mezzo) entrambe le anche sono risultate “in via di maturazione”.
Ci era stato detto che il tutto si stava risolvendo fisiologicamente e che non avremmo dovuto fare più alcun controllo, oltre che di continuare la terapia del doppio pannolino per un’altra ventina di giorni.
Le ho fatto questa premessa perchè a me, da profana, è venuto il dubbio che possa esserci una qualche correlazione.
Il mio pediatra, che ha visitato la bimba una settimana fa, dice che non può dirsi che ci sia connessione e, in ogni caso, che la bimba è ancora piccola per poter fare una eventuale diagnosi, visto che nella maggior parte dei casi questo “problema” si risolve spontaneamente entro i 2 anni di vita.
Mi ha dato solo della vitamina D da somministrarle tutti i giorni e vuole rivederla tra due mesi.
Il mio attuale dubbio è questo: faccio bene ad aspettare o potrebbe essere già opportuna una visita specialistica ortopedica che, magari, al di là dell’età della piccola, potrebbe già dirmi, dopo l’accurata osservazione degli arti, della postura, dell’angolazione etc, se è una caratteristica temporanea e fisiologica che si risolverà da sola, ovvero se è congenita, ed in tal caso se e come correggibile?
I miei timori sono legati alla paura che un eventuale ritardo nella diagnosi e nell’approntamento di una possibile correzione possa poi pregiudicare l’esito o la completezza di quest’ultima.
La ringrazio anticipatamente per il parere che vorrà darmi, e la saluto cordialmente.




Nessuna preoccupazione fintanto che il bambino porta il pannolino e fintanto che non cammina e corre speditamente. Una visita ortopedica attualmente mi sembra del tutto superflua visto che ho l’idea che si tratti di un varismo del tutto fisiologico che può restare evidente fin quasi al terzo anno per modificarsi poi pia piano e trasformarsi, dall’età scolare in poi, in valgismo, anch’esso, entro certi limiti, fisiologico. Se noti che il problema si riduce mese dopo mese, segui questo mio consiglio che è uguale a quello del tuo pediatra. Se, invece, noti un peggioramento mese dopo mese, vai pure dall’ortopedico, ma non penso che sia il tuo caso.

Condividi
Articolo precedenteCome è possibile
Articolo successivoProblema catarro
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.