Vaccinazione antinfluenzale in vista di un bebè

Buongiorno!

Sono mamma di due bambini di 3 e 6 anni, e sono in attesa di una bimba che nascerà poco prima di Natale.

Leggendo tutti gli articoli di cui sono pieni i giornali in questo periodo sulla terribile influenza che arriverà, e sull’opportunità di fare il vaccino antiinfluenza, mi domandavo se, in vista dell’arrivo della piccolina, sia il caso di far vaccinare i fratellini o fare loro una cura per alzare le difese immunitarie.

Molte grazie per il suo consiglio

Manuela

 


Difficile stabilire a priori se l’epidemia di influenza che ci si aspetta quest’anno sarà veramente terribile come dicono o semplicemente "normale": molte previsioni catastrofiche, negli anni precedenti, hanno miseramente fallito ed è difficile, prima che arrivi, pensare di avere gli elementi sufficienti per prevederne l’andamento, la diffusione e la gravità.

Ciononostante, con due bimbi e in previsione del prossimo in arrivo, grave o lieve che fosse, sempre un gran trambusto arrecherebbe se anche solo i due bimbi si ammalassero, magari contemporaneamente, diffondendo il virus al fratellino in arrivo e, a buon bisogno, anche a mamma e papà!

Penso, quindi, che sarebbe buona cosa che tutta la famiglia si vaccinasse, inclusa te, perché la vaccinazione con un vaccino costituito da sub-unità virali o da virus frammentati, il cosìdetto vaccino split, non arreca nessun danno al feto e si può tranquillamente somministrare in gravidanza, mentre una ipotetica febbre molto alta nel secondo e terzo mese di gravidanza, come l’influenza può portare, può, essa si, essere dannosa per il feto fino ad arrecarne la morte in utero.

Ben venga, quindi, la vaccinazione per tutta la famiglia, senza ombra di dubbio, naturalmente se anche il tuo ginecologo e il tuo pediatra sono d’accordo.

Un caro saluto,

Daniela