Un bimbo di 13 mesi va misurato in piedi o disteso?

 

Cara dottoressa,

vorrei sapere se c’è differenza in centimetri misurando un bimbo in piedi o coricato.

Dal pediatra è una tragedia, non sta fermo, così misuro il mio bimbo a casa e in piedi, ma le misurazioni non coincidono mai con quelle del pediatra.

Per lui misura 73.5 disteso, ovvero 1 cm in due mesi (ma a me sembra abbia preso di più ad occhio); per me è 73 cm. Il bimbo ha 13 mesi.

Grazie. Un caro saluto Rossana.

Mano a mano che passano i mesi, diventa sempre più difficile misurare la lunghezza o l’altezza di un bimbo.

Teoricamente la posizione eretta dovrebbe togliere circa un centimetro alla lunghezza del bimbo misurata allungato però le variabili sono molte: i bambini si dimenano, l’uso di un metro flessibile, come quello del sarto, può dare valori a volte inferiori perché il materiale del metro è estensibile e con l’uso un centimetro diventa un po’ di più, lo statimetro fissato al muro, se non parte da terra, può essere fissato di qualche millimetro più in alto o più in basso, il bambino inarca la schiena, alza la testa per guardare la squadretta, piega le ginocchia, allontana i talloni dal muro, divarica le gambe, insomma, un vero disastro.

In ogni caso mezzo centimetro di differenza tra posizione sdraiata e in piedi mi sembra accettabile e anche se ti sembra che il bimbo sia cresciuto poco, sappi che la crescita dei piccoli va spesso a scatti e dopo l’estate avrai delle piacevoli sorprese.

Un caro saluto, Daniela