Troppi sonnellini disturbano il sonno notturno

Gent.ma Dottoressa,
grazie per la Sua precedente lettera, sto seguendo i consigli che mi ha dato, ora però è sorto un’altra questione legata al sonno.

Mio figlio ha 12 mesi e 12gg., 10.200kg per 74/75 cm di altezza, (come già scritto mi è stato detto che è in sovrappeso e che dovrei togliere il biberon serale di 180 ml di latte formulato) riducendo i pasti a 4 e non 5. Da una settimana circa ho posticipato di mezz’ora abbondante la merenda (alle 16) e di conseguenza la cena (alle 19) rimane invariata la colazione e il pranzo al nido che avviene intorno alle 11e30.  
Dopo la cena, di solito sta con noi e si mangia la sua fetta biscottata, poi alle 21 vuole il latte e poi lo mettiamo a letto, (prima di ora, si addormentava, con il suo orsetto, da solo, senza "aiuti" esterni), ora fa un pò di storie, allunga le mani, e dopo che siamo entrati in stanza 3/4 volte verso le nove e mezza si addormenta. Prima di ciò, la notte si svegliava una o due volte e rivoleva solo il ciuccio, ma da una settimana è iniziata una vera lotta. Verso l’una e trenta si sveglia urlante, allunga le mani, butta stizzito il ciuccio, e nonostante vari nostri tentativi per calmarlo, che falliscono, si ricorre alla camomilla che beve tutto di un fiato e crolla e poi si risveglia verso le 5e30 /6 per essere portato nel lettone dove dorme beato fino alle 8:00, dobbiamo svegliarlo!

Ora, visto che dovrebbe fare 4 pasti e ne fa 5 (il latte serale), vorremmo che non prendesse anche la camomilla anche per non dargli il vizio, ma si impunta e non l’ha mai fatto, urla disperato fino a farsi prendere dalle convulsioni, e va avanti anche per un’ora e mezza. Che possiamo fare? C’entra il fatto che sono tornata a tempo pieno e che prima delle 6 di sera non sono a casa e devo uscire presto? Si sente solo? Lui va al nido e poi sta a casa della nonna fino al mio rientro, ha forse fame ma è possibile avendogli posticipato la cena? Invece di migliorare andiamo peggiorando. Per sua info, dorme di solito una mezz’ora prima al nido di mattina, 1ora e 45 minuti dopo il pranzo e poi verso le 5 si fa un sonnellino che varia da una mezz’ora a un’ora piena. Ci aiuti, abbiamo bisogno di dormire e ritrovare un pò di tranquillità.
Grazie.
S.


Cara Serena,
prima di tutto penso che il terzo sonnellino, quello pomeridiano delle 5, sia da eliminare: troppo vicino all’ora di andare a letto la sera.
Per quanto riguarda il latte serale e la camomilla notturna, io cercherei soltanto di disabituarlo gradualmente diminuendo le rispettive quantità in modo insensibile per il bambino, cioè piano piano. Sicuramente la sua lontananza da te così prolungata può influire sulla sua serenità: non un vero e proprio trauma, ma uno stato di tensione e insoddisfazione continua forse sì. Il bimbo è ancora piccolino e la mamma, nonostante tutto l’affetto che possono dargli i nonni, ancora insostituibile. Inoltre sarai sicuramente molto stanca e anche un po’ tesa per questo problema, la sera, quando lo metti a letto e il bimbo forse se ne accorge. La vita, come al solito, più che di petto, va presa con la politica: osserva come si comporta durante il week end o quando non va al nido, prova a prendere alcuni giorni di malattia per stare con lui. Se il suo comportamento migliora, avrai capito il problema e se anche non potrai cambiare la tua vita per farlo contento, quantomeno te ne saprai fare una ragione e, non potendo, penso, tornare a lavorare part-time, cercherai di stare con lui in tutti i tuoi momenti liberi.
Potresti anche farlo dormire nella tua stanza a fianco al lettone se pensi possa fargli piacere. Valuta anche la possibilità che abbia qualche fitta alle gengive e controlla che beva a sufficienza di giorno per essere sicura che non abbia una sete reale durante la notte. Altri eventuali problemi verranno poi valutati volta per volta.
Un caro saluto,
Daniela