Tonsillite o influenza A

 

Salve,

sono la mamma di un bambino di quattro anni che in queste ultime settimane ha presentato una situazione un po’ anomala.

Circa una settimana fa ha cominciato a tossire solo di notte ed essendo un bambino allergico la pediatra gli ha somministrato l’antistaminico.

Poi la tosse è aumentata, ma dalla visita non è emerso nulla né in gola, né ai bronchi, comunque, visto che era molto accentuata e stizzosa gli ha dato il Macladin ed il Bentelan.

Di colpo la tosse sparisce,sembra essere stata tosse allergica ( siamo a venerdì sera) e dopo il fine settimana a casa, il lunedì va a scuola.

La notte gli scoppia un febbrone a 39 e mezzo, la pediatra lo visita, gli trova una gola molto arrossata: diagnosi tonsillite, cura sempre antibiotico. Le chiedo: come è possibile che abbia preso la tonsillite se era sotto copertura di antibiotico? Inoltre perché escludere l’attuale influenza? Se fosse tonsillite è giusta la cura e quanto dura in genere il decorso febbrile?

Grazie e scusi la lunghezza della domanda

Senza visitare il bambino proprio non saprei come risponderti. Qualora la tosse fosse stata di natura allergica, l’antibiotico sarebbe stato assunto inutilmente.

Ma l’antibiotico non agisce a scopo preventivo e nulla può contro i virus, pertanto non può essere utile in caso di tonsillite apparsa dopo tre giorni dalla sua sospensione e tale tonsillite subentrante, se di origine batterica, potrebbe anche avere avuto una incubazione brevissima, diciamo anche di soli due giorni, oppure i batteri già presenti al momento della tosse definita allergica potrebbero non essere stati sensibili al Macladin.

Ugualmente, la febbre comparsa in seguito potrebbe essere stata influenzale. Insomma, come esserti utile senza avere il bimbo di fronte a me? In medicina nulla è veramente, rigidamente, matematico e due più due non fa per forza quattro, purtroppo o per fortuna per medici e pazienti.

Un caro saluto, Daniela