Svezzamento non abbastanza graduale

Buongiorno, la mia bambina ha 6 mesi e due settimane. Abbiamo iniziato con le pappe, a pranzo mangia una pappa fatta di brodo di verdure e crema multi cereali più un quarto di mela renette fresca grattugiata e di sera mangia una pappa fatta di una carota lessa con un po di brodino più la poppata verso le nove prima della nanna. Mangia volentieri, sta defecando due volte al giorno su per giu, il problema è che si sveglia di notte ogni 2 ore poi fa delle flatulenze rumorose e anche profumate, spesso di notte. Sto sbagliando nell’alimentazione? Devo togliere la pappa di sera?? Perchè si sveglia cosi spesso?? Io pensavo fosse la fame, ma ora mangia?

 

Ho l’impressione che questo svezzamento sia stato condotto con troppa fretta. E’ giusto iniziarlo al sesto mese, ma all’inizio si prepara una pappa costituita solo da brodo vegetale preparato con carote e patate, filtrato e senza l’aggiunta delle verdure passate. In una quantità massima di questo brodino di 150 gr si diluiscono 30 grammi di farina di cereali precotti, una volta solo riso, un’altra volta mais e tapioca oppure i tre cereali assieme. Trenta grammi corrispondono in media a due o tre cucchiai rasi da minestra, ma dipende dai cucchiai e allora è bene pesare la quantità almeno una prima volta poi regolarsi. Dopo una settimana ma anche una diecina di giorni, si aggiunge mezzo vasetto di liofilizzato di carne bianca oppure di omogeneizzato e dopo qualche altro giorno si inizia con un cucchiaio massimo due di passato delle verdure che sono servite per preparare il brodo vegetale. Tutto questo porterà la pappa alla fine a 180, massimo 200 gr e i cereali resteranno gli stessi, attorno ai tre cucchiai rasi e non colmi. Pertanto si dovrebbe arrivare a dare una pappa completa di brodo, verdure passate, cereali, carne omogeneizzata e olio di oliva (un cucchiaino) solo attorno alla fine del primo mese di svezzamento. Solo a questo punto si può iniziare con la seconda pappa serale, preparata nello stesso modo e somministrata con la stessa gradualità della prima ma con l’aggiunta dei vari alimenti un po più veloce visto che si suppone che l’intestino della bimba sia già abituato a digerire gli alimenti già proposti da un mese. Ricordati che è la funzione che fa l’organo, cioè l’intestino di un lattante è quasi subito capace, in teoria, di digerire i vari alimenti che gli verranno proposti attorno al sesto mese, ma per poterli digerire ha bisogno di una introduzione lenta e graduale affinché gli enzimi necessari per i processi digestivi abbiano modo e tempo di formarsi in quantità adeguata. Per farti capire: è come se ad un soggetto che non ha mai praticato allenamenti specifici fosse imposto di sollevare un peso degno di un sollevatore di pesi olimpionico, non potrà mai farcela, ma se si allenerà adeguatamente, giorno dopo giorno i suoi muscoli si fortificheranno e potrà farcela. Quindi il mio consiglio è di ricominciare da capo o quasi dando una sola pappa al giorno alla bimba con le quantità che ti ho consigliato e di procedere con l’introduzione graduale di tutti gli altri alimenti piano piano, non dico con un solo cambiamento a settimana visto che la bimba è già in parte abituata, ma con un cambiamento ogni due o tre giorni. La frutta, poi, onde evitare processi fermentativi, andrebbe proposta lontano da un pasto principale, diciamo a metà mattina. La quantità potrebbe essere mezza tazzina da caffè, cioè mezza mela grattata. Prova a cambiare tipo di mela scegliendo la deliziosa, meno acida, o la golden, ma il tipo di mela non ha poi molta importanza.