Svezzamento corretto con rge?

Salve,

ho letto le tante informazioni sul reflusso gastroesofageo. Avrei bisogno di sapere se secondo lei lo svezzamento che ci hanno dato per il nostro bimbo di 4 mesi e 20 giorni circa è corretto oppure no. Il suo rge non è molto accentuato, ma comunque non passa e il bimbo si sveglia spesso anche perché gli risale un po’ di acido. Come cura prende il Limpidex al mattino (mezza pasticca da 15 mg) e Riopan (1.5 ml) dopo ogni poppata.

Per lo svezzamento ci hanno dato: un cucchiaino di crema da aggiungere ad ogni poppata, frutta una volta al giorno e alle 12.00 brodo vegetale 200, 250 ml (carota, sedano, zucchina, lattuga, bieta, spinaci, zucca) con semolino (io metto 4 cucchiai per farlo denso) con aggiunta di mezzo flacone liomellin più 2 cucchiaini d’olio e parmigiano fino a 5 cucchiaini. In più lui fa 4 poppate di latte al giorno perché quella notturna proprio non la elimina.

Lei che ne pensa? Il bimbo pesa 7 kg.

Grazie

 

Devo dire che per un bimbo che non ha nemmeno compiuto 5 mesi e che si trova all’inizio del suo svezzamento, leggere questo menù pensando che si tratta dell’alimentazione di un solo giorno mi ha fatto un po’ drizzare i capelli sulla testa, ma siccome non amo esprimere pareri contrari a quelli di un altro collega che avrà avuto le sue buone ragioni per prescriverti quanto mi elenchi, visto che sono stata chiamata in causa ti dirò cosa prescriverei io se dovessi svezzare un bimbo di meno di 5 mesi.

Prima di tutto comincerei con gradualità iniziando ad aggiungere un cucchiaino raso di crema di riso prima ad una sola poppata, poi, dopo due giorni, a due poppate non consecutive, poi, dopo altri due giorni, a tre poppate e così via fintanto che tutte le poppate contengano un cucchiaino, sempre raso, di crema di riso o di mais o mais e tapioca. Poi inizierei con la frutta omogeneizzata a metà mattina, prima mezzo vasetto, poi, se il bimbo la gradisce, anche un vasetto da 60 gr, ma sempre gradualmente. A questo punto sostituirei una poppata di latte – che credo nel tuo caso sia artificiale – con un brodo vegetale preparato però, inizialmente, solo con patate e carote e arricchito via via con tutte le altre verdure ma non prima di una diecina di giorni almeno dall’inizio di queste prime pappe e sempre unendo una verdura nuova alla volta e non tutte assieme.

Al brodo vegetale filtrato e senza aggiunta di passato di verdure  – passato che verrà aggiunto in ragione di un cucchiaio o due da minestra solo dopo l’introduzione della carne liofilizzata – aggiungerei le farine precotte di riso, mais e tapioca e di altri cereali solo verso il sesto mese in ragione di 20 gr di farine ogni 100 gr di brodo.

Di brodo vegetale ne prevederei 180 gr, massimo 200 gr, pertanto di farine non ne darei più di 35, 40 gr. Di solito un cucchiaio da minestra ne contiene da 10 a 15 gr, pertanto tre cucchiai dovrebbero essere il massimo consentito e non 4 e se la pappa, in questo modo, dovesse risultare troppo liquida, non farai altro che ridurre la quantità del brodo, ma senza aggiungere troppe farine. Oltre al brodo vegetale e ai tre cucchiai di farine precotte, almeno per le prime due settimane, aggiungerei un solo cucchiaino di olio extra vergine di oliva e, facoltativo, un cucchiaino di parmigiano, ma non certo 4 cucchiaini, specie se associati al liofilizzato di carne; liofilizzato che andrebbe iniziato solo dopo una diecina di giorni di brodo vegetale e non dalle prime volte.

Quando un bimbo assume una prima pappa di giorno senza la seconda serale, le restanti poppate di latte potranno essere quattro per passare a tre poi due solo nei mesi successivi, quando verrà introdotta la seconda pappa serale, non meno di un mese dopo l’introduzione della prima, ma nel caso del tuo bimbo, avendo cominciato precocemente, anche un po’ più tardi. Questo, ripeto, vuol essere soltanto un mio parere o comunque la spiegazione di come sono abituata a procedere.

Un caro saluto, Daniela