Supposte di Gramplus e consigli per la tosse


 

Buongiorno Dottoressa,
per favore mi potrebbe spiegare a cosa servono le supposte di Gramplus così decantate?

Per la tosse morbida, cioè abbastanza grassa, che tipo di areosol consiglia? Spesso mi sono sentita dire di usare fisiologica + clenil + fluibron o broncovaleas.

Non so mai cosa fare.

Grazie

 

Che cosa sono le supposte Gramplus per la tosse

Le supposte di Gramplus contengono una sostanza batteriostatica, il clofoctol, con azione molto simile a quella degli antibiotici. La sua azione si esplica sui microrganismi di un certo tipo (Gram positivi, appunto, da qui il nome gram plus) e non su tutti i batteri responsabili delle infezioni delle prime vie respiratorie, soprattutto, cioè, su stafilococchi, pneumococchi e streptococchi.

Modalità di somministrazione di Gramplus

Il vantaggio rispetto ai più comuni e più frequentemente prescritti antibiotici è il suo ottimo assorbimento per via rettale: il farmaco, soprattutto nei bambini piccoli, è di più facile somministrazione anche quando il bambino fa capricci e tende a rifiutare violentemente gli antibiotici per bocca, ma altri sostanziali vantaggi non ne ha, anzi, il suo spettro di azione è più limitato di quello di altri, più comuni antibiotici. Va quindi prescritto a ragion veduta, ma se il batterio responsabile della malattia è sensibile al gramplus, il farmaco si dimostra velocemente efficace.

Gramplus supposte bambini ha un prezzo differente a seconda della confezione prescelta e dei  microgrammi di principio attivo.

In Gramplus supposte bambini troverete il foglio illustrativo per capire le possibili controindicazioni, le interazioni, le indicazioni terapeutiche e le precauzioni per l’uso.

Consigli sui farmaci per la tosse nei bambini

Per quanto riguarda i farmaci antitosse, ci sarebbe da dire che l’evoluzione spontanea della tosse è quella di essere secca e stizzosa i primi giorni e via via che passa il tempo, sempre più “morbida” come dice lei e più grassa: questo anche senza somministrare nessun farmaco mucolitico che non fa altro che accelerare questo fisiologico processo in quanto richiama acqua nel muco e lo rende più fluido: il mucolitico, in poche parole, mi si passi il paragone, per la tosse non è altro che l’equivalente di un lassativo in caso di stitichezza. La soluzione fisiologica serve soltanto a diluire il farmaco introdotto nell’ampolla dell’apparecchio per aerosol in modo da renderlo maggiormente dispersibile nelle microscopiche goccioline nelle quali viene frantumato durante l’aerosolterapia. Il clenil non è altro che cortisone in preparazione inalatoria e dovrebbe essere usato principalmente per l’asma bronchiale o per ridurre l’edema e l’infiammazione bronchiale nella fase acuta della malattia bronchiale anche non di tipo asmatico. Attualmente se ne usa e se ne abusa e non sempre a ragion veduta anche se nei bambini molto piccoli con sintomatologia acuta respiratoria si rivela di buona utilità. Il fluibron è un mucolitico, il broncovaleas è un broncodilatatore e andrebbe riservato nei casi di broncospasmo.

Come si cura la tosse nei bambini?

Per quanto riguarda il non sapere mai cosa fare in caso di tosse di un bambino, in un certo senso è normale che una mamma non lo sappia, prima di avere fatto visitare il proprio figlio, visto che la tosse è solo un sintomo e non una malattia di per sé e che, solo dopo una visita pediatrica e una accurata auscultazione toracica, si può decidere a ragion veduta cosa somministrare al bambino e soprattutto se è il caso o meno di somministrare qualcosa visto che la tosse, quando non associata a gravi difficoltà respiratorie come nell’asma, è un sintomo e uno stimolo molto utile per aiutare la rimozione del muco che si forma in seguito al processo infettivo e non andrebbe mai inibita con un sedativo, soprattutto se di tipo centrale, che rimuove, cioè, lo stimolo della tosse a livello cerebrale.

Quando preoccuparsi per la tosse nei bambini?

In caso di tosse iniziale, quindi, è bene valutare innanzitutto i caratteri e l’intensità della stessa, poi se il bambino ha o meno una certa difficoltà respiratoria nel senso di una frequenza respiratoria più alta del solito, affanno, un leggero fischietto in fase inspiratoria o espiratoria, udibile magari soltanto avvicinando l’orecchio alla bocca o al torace del bimbo, l’atteggiamento assunto dal piccolo, se sdraiato o seduto per respirare meglio, il colorito cutaneo del piccolo, se pallido o con leggera sfumatura bluastra attorno alle labbra. In seguito i sintomi vanno riferiti al pediatra che dovrà visitare il piccolo con più o meno tempestività a secondo dei sintomi riferiti e la terapia sarà sempre il pediatra a doverla prescrivere. Le automedicazioni sono il più delle volte inutili, salvo i casi di malattie croniche o ricorrenti come crisi asmatiche o crisi di laringospasmo alle quali è bene che i genitori imparino a fare fronte autonomamente vista l’importanza della tempestività nell’inizio della terapia stessa. In tutti gli altri casi è sempre più opportuno e ragionevole affidarsi al pediatra.

È giusto usare l’aerosol per i bambini con la tosse?

Per l’aerosolterapia è generalmente meglio usare gli apparecchi tradizionali di tipo pneumatico anziché i più moderni a ultrasuoni e per i farmaci antiasmatici sono anche molto utili, se il bambino è in età per collaborare a sufficienza, vanno bene gli apparecchi predosati con distanziatore. Ma una risposta più dettagliata a queste importanti domande è bene che venga trattata sotto forma di articolo, anche breve, perché ci sarebbe ancora molto da specificare. In attesa di una prescrizione medica è sempre buona cosa fare respirare al bambino aria satura di vapore, fare bere molti liquidi in modo che anche il muco inizialmente denso e colloso fluidifichi più velocemente e somministrare blandi emollienti come liquidi caldi e miele. Il più delle volte potrebbe non servire nient’altro.

Un caro saluto,

Daniela

Supposte di Gramplus e consigli per la tosse
4.1 (82.76%) 29 votes


Condividi se ti è piaciuto!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.