Strano prurito sulla schiena

Buongiorno dottoressa, le scrivo per avere qualche chiarimento su uno strano prurito sulla schiena che, da qualche giorno, manifesta mia figlia di 5 anni. Non sono presenti sulla zona arrossamenti, rigonfiamenti o altre manifestazioni di tipo cutaneo. Ho notato che, spesso, il prurito si presenta quando la bambina suda, per cui mi è venuto il dubbio che possa essere dovuto al sudore, ritiene che sia possibile? Mi consiglia di eseguire dei controlli? La ringrazio per la sua disponibilità e per le preziose risposte che fornisce a noi mamme.

 

Il prurito dovuto a sudorazione è una manifestazione molto frequente anche nei bambini. Nei più piccolini è spesso presente la classica sudamina con puntini o microvescicole arrossate contenenti sudore, ma nei bambini più grandicelli i piccoli dotti che trasportano il sudore dalle ghiandole alla superficie della cute sono ben sviluppati e non si creano ostruzioni, quindi il sudore defluisce regolarmente e non si intasa nelle bollicine come nei piccoli. Pertanto non sono presenti lesioni cutanee. I bambini che lamentano prurito in caso di sudorazione possono avere dei connotati allergici, possono aver sofferto di dermatite atopica in passato, possono avere qualche sintomo di allergia in primavera come starnuti ripetuti, rinite allergica e, meno spesso, asma. Però non è detto che il prurito da sudorazione sia sempre collegato a manifestazioni allergiche. Per lenirlo si possono fare bagnetti o spugnature con amido di mais o di riso, si possono applicare creme a base di calendula, echinacea, aloe come il balsamo di San Rocco, si possono fare spugnature con una infusione di camomilla o anche di bicarbonato. Si devono poi evitare sia indumenti stretti aderenti che provocano attrito sulla cute sia, soprattutto, fibre sintetiche specialmente se colorate con metodi poco conosciuti come sono spesso gli abiti o le magliette economiche acquistate ai mercatini e non solo. Bisogna preferire le camicie o le magliette piuttosto larghe, bianche in puro cotone anche per la notte. Inoltre non bisogna utilizzare troppi detersivi ed ammorbidenti i cui residui possono rimanere anche dopo la fase di risciacquo della lavatrice e questo vale sia per gli abiti e la biancheria intima che per le lenzuola e la biancheria da letto. Si dovrebbe utilizzare il vero sapone di marsiglia per il lavaggio o il napisan per la lavatrice. Si può utilizzare polvere di talco a base sempre di amido di riso o calendula e alcuni consigliano una terapia piuttosto prolungata con capsule a base di vitamine antiossidanti e estratti di calendula, echinacea, ecc. per via orale. Ma io mi limiterei alla detersione della cute con amido di riso, ad un talco sempre a base di amido di riso e, magari, calendula e ad usare a contatto della pelle solo tessuti in puto cotone larghi e preferibilmente bianchi. Se la bimba tende a sudare molto, nei periodi caldi bisogna limitare molto dolci e zuccheri, abbondare nella idratazione ma non con bevande zuccherate e fare attenzione all’alimentazione che sia equilibrata, non eccessiva e ricca di verdure fresche.