Stipsi con latte vaccino

Gent.ma Dottoressa, vorrei chiederle un consiglio per la mia bimba di 13 mesi.
La piccola ha bevuto latte in polvere fino agli 11 mesi, poi per 1 mese abbiamo iniziato con il latte vaccino fresco inizialmente diluito e alternato ai pasti con il latte in polvere per passare gradualmente al solo latte vaccino non piu’ diluito, questo passaggio e’ durato circa un mese. Fino a questo punto la mia bimba si e’ sempre scaricata benissimo, da quando invece siamo passati al latte vaccino soltanto sono iniziati e perdurano tuttora (da 1 mese circa ormai) i problemi di stipsi: la bimba si scarica 2-3 volte al giorno ma a fatica e fa ogni volta solo 2/3 palline durissime.
Ho provato a darle in alternativa uno dei cosiddetti latte di crescita per 3/4 gg ma non e’ cambiato nulla, allora sono ricorsa al Nidex in aggiunta al latte fresco ma anche cosi’ la situazione non migliora.
Lei cosa mi consiglia di fare? calcoli che il latte che beve e’ circa 270 ml a colazione e circa 150/180 prima di andare a nanna.
aspetto fiduciosa grazie mille



Non è raro osservare un periodo transitorio di stipsi in occasione del passaggio dal latte adattato al latte vaccino intero. E’ possibile che il problema dipenda dal diverso rapporto tra caseina e sieroproteine con un eccesso di caseina nel latte vaccino oppure anche dalla maggior quantità di grassi saturi di origine animale o da una quantità totale maggiore di proteine del latte vaccino. Il problema di solito, come ho detto, è transitorio e si risolve aggiungendo al latte maltodestrine come stai già facendo assieme, magari, ai fiocchi di avena la mattina che regolarizzano l’intestino. Si può, inoltre, aumentare la frutta, specialmente pere e alcuni cucchiaini di succo di arancio o, se la bimba non è allergica, mezzo kiwi nella mattinata. Se il problema dovesse persistere, potresti diminuire la dose di latte vaccino e compensare riprendendo il solito latte in polvere. Potresti inoltre provare a non dare formaggi e formaggini vari per un po di tempo sostituendoli con proteine vegetali come i legumi decorticati oppure con carne o pesce in modo che la quota proteica giornaliera sia assicurata. Altro possibile tentativo sarebbe quello di sostituire una poppata di latte con uno yogurt e somministrare fermenti lattici per riequilibrare la flora batterica intestinale. Se la stipsi dovesse comunque persistere dopo alcuni mesi e se si dovesse accertare il rapporto stretto tra assunzione di latte vaccino e stipsi, bisognerebbe sospenderlo. Però la stipsi potrebbe dipendere anche dal cambio di alimentazione che il bambino sperimenta attorno all’anno di vita, con l’ assunzione di cibi più solidi da masticare al posto delle solite pappe semiliquide. Dare molto da bere può anche aiutare.