Sovrappeso a otto mesi

 


Buongiorno dottoressa,

spero di non approfittare della sua disponibilità.

Ieri sono stata dal pediatra e mi ha detto che la mia bimba di 8 mesi e una settimana ha il peso di un bambino robusto di un anno e che quindi è meglio che non inizi a camminare (cerca già di muoversi appoggiata al divano), anzi, che è meglio inizi il più tardi possibile.

Le misure di ieri sono state 70/71 cm di altezza e 10 kg di peso, è davvero fuori misure? E come devo rimediare?

Non mi ha detto nulla riguardo all’alimentazione che ora è strutturata in questo modo: metà mattina nulla, pranzo passato di verdure (200/250 gr) con pastina (3 cucchiai), un cucchiaino di grana, un cucchiaino di olio e carne o pesce omogeneizzati (40/80 gr); merenda con frutta grattugiata, Danito o Fruttolo o dessert per bimbi; cena con passato di verdure (200/250 gr) con crema di mais e tapioca (3 cucchiai), formaggino o prosciutto (40 gr), un cucchiaino di olio (tra l’altro è da una settimana che rifiuta la cena se non qualche cucchiaio); prima di dormire 150/200 di camomilla (quella solubile).

Durante la notte dorme con me e cerca il seno ancora ogni tre ore circa ma si riaddormenta subito tranne tra alle 6.30 e alle 8.00 che si attacca per mangiare perché sta attaccata a lungo (15/20 min) e questo costituisce la sua colazione.

Detto questo, credo che l’alimentazione (a parte forse la notte) sia giusta, quindi non saprei come intervenire e comunque, non gattonando e dovendo ritardare il camminare (la metto però nel girello) non fa attività fisica.

Premetto che sia io che il papà siamo "in carne".

La ringrazio fin da ora.

Il problema del sovrappeso della bimba non è affatto da sottovalutare e, visto che siete entrambi in carne, come dici tu, non penso che dipenda principalmente da errori alimentari quanto da un suo metabolismo pigro e alterato che avrà, probabilmente, ereditato dai genitori.

Qualsiasi sia, comunque, il motivo di tutto ciò, è importantissimo, se non, oso dire, obbligatorio che tu prenda coscienza sin d’ora del problema e impari a gestirlo con costanza e continuità.

Nell’alimentazione della bimba vedo, forse, un po’ troppa pastina, se usi quella da cuocere, perché gonfiandosi con la cottura, basterebbe dare un cucchiaio e mezzo, massimo due, mentre le farine di mais e tapioca o riso, comunque le farine precotte, vanno bene in quantità di tre cucchiai.

Il mio consiglio è di eliminare gli omogeneizzati, sia di carne che di pesce e di sostituirli con carne fresca, 30-40 gr al massimo pesata cruda, oppure pesce fresco, 40-50 gr al massimo pesato crudo.

La camomilla, se proprio necessaria, dovrebbe essere quella filtro in bustine, da dolcificare con un solo cucchiaino di miele, perché quella solubile contiene troppi zuccheri.

Idem la merenda pomeridiana, che dovrebbe essere costituita soltanto da frutta grattata, massimo 60 gr, cioè mezzo frutto, almeno fintanto che attaccherai la bimba al seno anche di notte.

Dovrai quindi evitare Fruttoli vari e anche le Baby merende che, a mio avviso, sono sempre troppo dolci. Una bimba con un metabolismo pigro, così come un adulto, anche in fase di crescita deve mangiare meno di un bambino della stessa età proprio perché a chi ha un metabolismo rallentato basta meno introito calorico e soprattutto bisogna che stia molto più attento di un altro soggetto normopeso con metabolismo normale ai cibi dolci che aumentano l’insulinemia creando un circolo vizioso dal quale è e sarà sempre più difficile uscire.

La tua bimba è in sovrappeso di un chilo e non è poco alla sua età. Dovrebbe non crescere più di peso per almeno 4 mesi e l’obiettivo è quello di farla arrivare ad un anno normopeso, visto che la sua altezza è nella norma ma non sopra la norma.

Sappi che un sovrappeso in una età compresa tra uno e tre anni, così come un sovrappeso attorno ai 12 anni e al momento della menopausa depongono a favore di un problema metabolico perenne di difficilissima soluzione se non preso in tempo o affrontato con la dovuta consapevolezza a tempo debito.

Non è quindi un problema se far camminare o meno la bimba o se farla muovere o meno: la bimba deve assolutamente muoversi molto in qualsiasi modo, anche soltanto rotolandosi per terra, pertanto ti esorto ad eliminare al più presto il girello, il malefico girello che non serve a nulla, impigrisce i bambini e impedisce loro di fare le giuste esperienze di movimento e di equilibrio proprio quando sarebbe utilissimo che le facessero e a controllare rigorosamente l’alimentazione della piccola mantenendola equilibrata, ma meno calorica di quella attuale.

Non temere di alimentare la bimba meno del necessario e meno di quanto mangino altri bambini della stessa età o dello stesso peso: a lei sicuramente serve molto meno per crescere in modo equilibrato e il suo stomaco deve abituarsi a questo, altrimenti potranno essere problemi futuri.

Ricordati: il buongiorno si vede dal mattino e un sovrappeso di un bambino piccolo non è una fatalità, ma una colpa del genitore, visto che il bambino non è in grado di gestirsi e mangia quanto gli viene dato.

Elimina le poppate notturne ormai superflue e non attaccare più la bimba al seno di notte.

Sono stata un po’ dura e perentoria, ma so per esperienza che i consigli sgradevoli vengono seguiti dalle mamme al massimo al 50%, quindi bisogna dire 200 per sperare che almeno 100 venga applicato e in questo caso mi piacerebbe che venisse applicato proprio 200, altrimenti non riuscirai a fare arrivare la bimba normopeso ad un anno, ma ti trascinerai il problema anche dopo.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone