Sospetto reflusso e difficoltà a prendere sonno

0
211

Buonasera,

le scrivo per una consulenza riguardo Diego, due mesi, allattato con Aptamil AR  dopo una settimana dalla  nascita.
Il mio latte purtroppo è stato sempre insufficiente.
Il bambino è nato di 3.700 ad oggi pesa 5.400 la crescita è buona. La scelta del latte AR è stata fatta dopo aver visto che alla fine di ogni  poppata Diego continuava a masticare, a mettere mani in bocca, salivazione e singhiozzo, ruttini anche a distanza di tre ore ( mangia ogni 4 ore 5 poppate) e difficoltà a prendere sonno (problema per cui le scrivo).
Ad oggi dorme 8/9 ore su 24 concentrate dalle 19 in poi.

Non ha pianti da coliche, ma continui lamenti a fine pasto e tanta aria nello stomaco. Dopo aver mangiato strofina la faccia sul mio petto, ruota la testa a destra e a sinistra a volte la manda all’indietro, spesso ciuccia voracemente il ciuccio. In questi ultimi giorni riesce a prendere sonno solo sul mio petto, appena lo appoggio in culla si agita, mani in bocca, ruotando la testa a destra e a sinistra.
Il pediatra ci ha segnato un quarto di pasticca Nuleron ad ogni pasto, ma la situazione non è migliorata di molto, il sonno rimane sempre molto scarso. Durante tutto il giorno cerca di prender sonno ma i fastidi sopra descritti non glielo permettono.

Secondo lei si tratta di reflusso?

Come detto prima non ha pianti forti, non ha rigurgiti (capitati solo con tisane o latte non AR). La ringrazio in anticipo per la consulenza

Le mando i miei saluti

Serena Morelli

I sintomi che mi descrivi fanno certamente pensare anche al reflusso gastro esofageo, pertanto non penso che il nuleron possa essere di aiuto.

Sarebbe forse il caso di sostituirlo con un antiacido o un alginato se un semplice latte antireflusso si mostra inefficace, però non sono io a poter consigliare una terapia via internet senza conoscere il bambino. Dovresti riparlare nuovamente con il tuo pediatra.

Un caro saluto, Daniela

Sospetto reflusso e difficoltà a prendere sonno
Vota questo articolo

Condividi
Articolo precedenteRisvegli improvvisi
Articolo successivoVomito ricorrente
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.