Sospettiamo un’intolleranza al lattosio

 

Carissima dottoressa,

vorrei approfittare della sua grande esperienza e immensa cordialità per esporre il mio problema.

Il mio bimbo di quasi un anno è vivace, allegro e apparentemente in buona salute, anche se sicuramente sottopeso (circa 8 Kg per un’altezza di 78 cm). Al giorno beve circa 450 ml di latte artificiale di tipo due e prende due pappe (arricchite di due cucchiaini di parmigiano e talvolta di formaggino).

Capita ormai da parecchio tempo che le sue feci siano particolarmente morbide (talvolta anche liquide) e di colore giallo ocra con evacuazioni in numero di due o tre al giorno. Inoltre talvolta può anche capitare che vomiti anche lontano dai pasti (anche dopo un’ora e mezza il vomito ha un odore pungente di formaggio).

La mia pediatra non da molto peso alla situazione, ma mio marito medico invece sospetta un’intolleranza al lattosio. Per questa ragione, all’insaputa della pediatra, oggi abbiamo somministrato un latte a base di soia ed eliminato i formaggi dalla dieta del bambino per vedere cosa succede. Secondo lei abbiamo fatto bene? Cosa ci consiglia?

La ringrazio vivamente, Eleonora

È una buona idea.

Però io avrei inizialmente tolto soltanto i formaggi incluso il parmigiano e più che un latte di soia avrei dato un latte privo di lattosio come AL110, ma comunque anche il latte di soia è privo di lattosio e come prova va bene.

Dopo una settimana circa, se le feci saranno migliorate, puoi provare a reintrodurre un po’ di latte numero due assieme alla soia o al latte privo di lattosio oppure solo un cucchiaino di parmigiano, aumentando gradatamente le quantità di latte e derivati fintanto che il bimbo non presenta sintomi particolari.

Se tutto andrà bene, il latte andrà ripristinato in quantità di 400-450 gr al giorno e i formaggi non più di tre, quattro volte a settimana in quantità di 25-30 gr a porzione.

Il bimbo è molto alto e magro, ma forse è proprio la sua costituzione.

Un caro saluto, Daniela