Singhiozzo e quantità di latte a due mesi

Salve dottoressa,

volevo sapere se è normale per una bambina di 2 mesi e mezzo avere il singhiozzo a distanza di due ore dalla poppata e anche la tosse (un colpetto), e da cosa dipende.

Inoltre, quanto latte artificiale deve prendere a questa età?


Rispondo con ritardo perché sono stata in vacanza e mi scuso per questo. Comunque, il singhiozzo con piccola tossetta anche a distanza dalla poppata può succedere e può dipendere anche dal reflusso gastroesofageo: una piccola quantità di contenuto gastrico misto a succhi gastrici può, infatti, risalire verso l’esofago irritando la mucosa a causa della sua acidità.

Tale irritazione può propagarsi anche al nervo frenico che passa poco distante e che innerva, tra gli altri organi, anche il diaframma: il risultato della eccitazione del nervo frenico sono, appunto, le contrazioni spasmodiche del diaframma tipiche del singhiozzo.

Anche la distensione gastrica può irritare il nervo frenico e produrre singhiozzo, quindi, se la bimba viene allattata artificialmente è bene fare in modo che ingurgiti poca aria durante la poppata.

Per quanto riguarda la quantità di latte a poppata a due mesi e mezzo, essa dipende dal peso della bimba. Si può applicare una semplice regoletta matematica, già spiegata varie volte in altre risposte, che consiste nel valutare il 10% del peso del bambino ed aggiungere 150-200 gr. Per esempio, se un bambino pesa 5 kg, si calcolano 500 gr e si aggiungono 150, massimo 200 gr. Il totale fa 650-700 gr e tale è la quantità di latte che il bambino in questione dovrebbe assumere nelle 24 ore. Questa quantità andrà poi divisa per il numero di poppate che il bambino è solito fare nell’arco delle 24 ore. Ma si tratta di una regola generale.

In realtà, se un bambino desidera mangiare meno ma con tutto ciò cresce in modo regolare e soddisfacente per la sua età ma soprattutto per la sua costituzione, non bisognerebbe insistere affinché assuma per forza le quantità stabilite da schemi o calcoli vari, così come se un bambino dimostra di avere sempre più fame di quanto dalla mamma preparato, entro limiti piuttosto controllati, può mangiare anche un po’ di più degli schemi, ma non più di tanto. Per questo il numero di grammi da aggiungere al 10% del peso varia tra 150 e 200 e non oltre.

Un caro saluto,

Daniela