Si inceppa nel parlare a tre anni e mezzo

Buongiorno Dott.ssa,

mio figlio a volte si inceppa nel parlare. Non capita tutti in giorni per fortuna. Ma ho notato che in alcuni periodi lo fa più spesso.

Non ho capito bene da cosa possa dipendere, forse dai cambiamenti. Per esempio è stato dieci giorni a casa influenzato, lunedì ha ripreso l’asilo e da quel momento sembra incepparsi di più. Fa dei prolungamenti, specialmente sulla vocale "E".

Ha tre anni e mezzo ed è stato molto precoce nel parlare. Ho letto molto sull’argomento e so che i bambini precoci fanno di solito passi indietro. Mi tranquillizza sulla cosa oppure secondo lei dovrei approfondire mandando il bambino da uno specialista?

Grazie.

 


È vero, i bambini che iniziano a parlare precocemente possono avere, col crescere, questo tipo di problema. Ma a volte c’è di mezzo una certa familiarità (se uno dei genitori o qualche zio, da piccolo, ha avuto lo stesso problema), oppure una forma di ansia e di insicurezza, tipiche, a volte, di bambini intelligenti e molto sensibili che pretendono molto da loro stessi e hanno una ideazione e un pensiero molto sviluppati rispetto alla loro capacità di articolare le parole: un pensiero che, in un certo senso, sfugge alla parola perché la capacità mentale di formulare pensieri frasi compiute di una certa complessità è superiore alle loro attuali abilità di linguaggio.

Si tratta di non evidenziare troppo il problema, di parlare al bimbo sempre con calma e con un linguaggio adulto e non facilitato, scandendo bene ogni sillaba e ogni parola, di ascoltarlo senza fargli fretta quando vuole parlare, di non interromperlo quando si inceppa aiutandolo nel finire la parola o la frase ma dimostrando di avere capito lo stesso cosa voleva dire.

Utile potrebbe essere leggere al bimbo le favole ad alta voce e insegnargli delle filastrocche da cantare: il ritmo e la melodia aiutano la fluidità del linguaggio. Se il problema non è particolarmente accentuato, la mia opinione è che si può attendere ancora fino all’età scolare, ma se fosse o tendesse a diventare piuttosto serio, un parere di un logopedista, verso i 4 anni, sarebbe opportuno.

A questo proposito, ti rinvio a una mia precedente risposta che ho avuto modo di dare su questo sito tempo fa dal titolo: balbuzie a tre anni improvvisa. È una risposta piuttosto lunga e articolata proprio sullo stesso quesito.

Un caro saluto,

Daniela