Schema alimentare dopo l’anno

 

Salve dottoressa,

ho una bimba di 13 mesi, pesa circa 9.450 grammi, alta circa 78 cm. È nata di 3 kg e 100 grammi e allattata esclusivamente al seno fino ai 6 mesi.

Fintanto che è stata allattata solo al seno il suo peso come percentili oscillava tra il 50esimo ed il 75esimo, dopo lo svezzamento ha invece rallentato la crescita ed il peso si è "stabilizzato" intorno al 50esimo percentile.

Dal nono all’undicesimo mese è cresciuta pochissimo, sia perché si è ammalata spesso (va al nido) sia anche perché prendeva solo il mio latte che penso come quantità non fosse gran che.

Da quando si è ripresa dai vari malanni (circa un mese, tenendo le dita incrociate) e da quando beve i suoi 200 gr di latte vaccino la mattina, il suo incremento ponderale in un mese è stato di 500 grammi!

Dato che nei suoi post lei spesso sottolinea l’importanza di una giusta alimentazione sin da piccoli, vorrei da lei un parere sullo schema alimentare di mia figlia e su questo "boom" dell’ultimo mese: è troppo? O è solo che ha recuperato il peso che non aveva preso prima? Premetto che io e il padre siamo assolutamente normopeso.

-Mattina: 180/200 grammi di latte con 2 biscottini
-Merenda metà mattina (non sempre): 1 omogeneizzato di frutta fresca senza zuccheri aggiunti o frutta fresca frullata 80/100 grammi-Pranzo: 2 cucchiai pastina + omogeneizzato di carne o pesce (so che lei suggerisce la carne fresca ma non sempre mi è possibile prepararla, lavorando)+ 1 cucchiaino parmigiano e 1 di olio + 1 abbondante cucchiaio di verdure passate
-Merenda pomeriggio: yogurt Mio
-Cena: stesse cose del pranzo ma al posto della carne e del pesce le do il formaggio (40 grammi scarsi) o legumi (20 grammi al crudo) o 1 uovo.

Dopo cena vuole anche 1 crosticina di pane o un biscotto -perché ci vede mangiare, ma da quando ha questa abitudine le ho diminuito la quantità di pastina. Mangia sempre tutto, è di molto appetito.

Per il rito della nanna serale: camomilla preparata con il filtro, senza zucchero né miele.

La bimba poi durante la notte si attacca ancora un paio di volte al seno.

Cosa ne pensa? È corretto o devo fare qualche cambiamento? So che le poppate notturne sono "superflue" ma secondo me le chiede per "recuperare" la mancanza diurna della mamma, più per consolazione che per altro.

Grazie e cordiali saluti

L’alimentazione è corretta: volendo, potresti aumentare un po’ il latte della mattina, ma non è assolutamente indispensabile se la bimba è sazia così. Il suo buon accrescimento dopo l’introduzione del latte vaccino dipende sicuramente dal fatto che il tuo latte scarseggiava e la bimba si alimentava poco prima.

Il cinquantesimo centile è la norma e non è il caso di preoccuparsi più del peso della bimba che, da come capisco, tende ad essere snella e alta.

Se la bimba vuole il seno la notte e non lo chiede più di due volte, considerando la tua lontananza durante il giorno mi sembra più che fisiologico: dipende da te, se credi, farla smettere, perché non penso che si svegli per fame perché di giorno ha mangiato poco. Sicuramente troverà

del latte quando si attacca, ma io credo che continuerebbe a svegliarsi anche se tu aumentassi la quantità di latte della giornata che, in realtà, è giusta ma non molto abbondante. Lasciala succhiare ancora per alcuni altri mesi, se te la senti e non sei troppo stanca.

Un caro saluto, Daniela