Scarso aumento di peso a 8 mesi

Mio figlio di 8 mesi e mezzo pesa solo 7.2. È nato a termine di 3.660 e dopo qualche giorno ha avuto l’ittero risoltosi intorno ai 2 mesi e mezzo. Allattato al seno dalla nascita e tutt’ora. Svezzamento iniziato al 5 mese. Mangia ma ha scarsi incrementi ponderali (lunghezza nella norma). Negli ultimi 20gg è aumentato 50gr. È vispo e molto movimentato. Sta in piedi da solo e se tenuto cammina. La sua curva di crescita ha iniziato ad abbassarsi intorno alla seconda settimana di vita.

Grazie

Simona

 

 

E’ difficile pensare che la curva di crescita di un bambino diminuisca in seconda settimana di vita quando è proprio in quel periodo che si comincia a valutare l’accrescimento reale. Il peso nascita, infatti, può essere influenzato da un eccesso di liquidi che vengono poi gradualmente eliminati simulando un forte dimagrimento che in realtà non è reale ed è solo dopo un periodo iniziale di assestamento che può durare da una a tre settimane che si inizia a valutare l’accrescimento reale di un neonato. Dal sesto mese di vita in poi, inoltre, la curva di crescita sia pondrale che staturale è sempre più influenzata dalla costituzione del piccolo più che da quello che mangia e la costituzione si deduce da quella dei genitori o comunque da quella del genitore al quale assomiglia di più. Pertanto, dal sesto mese in poi, per capire se un bimbo sta crescendo regolarmente – sempre in base alla sua costituzione – diventa sempre più importante capire se cresce in lunghezza più che in peso ( se i geniotri sono snelli o magri). Altro parametro da valutare è la tonicità muscolare e lo stato di nutrizione dei tessuti in generale: un bimbo che cresce poco per scarsa alimentazione, infatti, ha una muscolatura poco tonica se non addirittura flaccida e un tessuto sottocutaneo poco o nulla rappresentato mentre un bimbo semplicemente magrodi costituzione ha una muscolatura comunque tonica anche se poco rappresentata. Per il resto, se un bimbo, per magro che sia, da sempre cresce con regolarità ma, per quanto riguarda il peso, meno della media, è sufficiente che la sua curva di accrescimento sia quanto più possibile parallela a quella della media degli altri bambini anche se su valori più bassi e che non  ci sia una inversione di tendenza o addirittura un arresto o una diminuzione continuativa. Qualora questo avvenisse uno o due mesi dopo l’introduzione del glutine, per esempio, e se vi fosse anche una riduzione globale del tono muscolare e delle performances neuromotorie del piccolo bisognerebbe valutare la celiachia, ma non mi sembre proprio che sia il tuo caso. Non mi fornisci i dati della lunghezza del bimbo quindi non posso valutare fino in fondo un eventuale problema ma se il bimbo è vivace come dici e se cresce bene in lunghezza, io non mi preoccuperei troppo ma mi limiterei a valutare la situazione ogni tre mesi.