Rigurgito scuro

Mio figlio e’ nato a termine con un peso di 3,6 kg. Non ha mai avuto problemi di reflusso. Dieci giorni fa, dopo una giornata di intensi rigurgiti, ha emesso un rigurgito scuro. Siamo andati al pronto soccorso e ricoverati per accertamenti. Dicono sia stata una esofagite attualmente tratta con 1ml di ranidil 2 volte al giorno. Dopo qualche giorno di ritorno dall’ospedale ha cominciato ad avere feci semi liquide con muco trattate attualmente con fermenti. Il vomito caffeano puo essere dovuto a pochi episodi di rigurgito? C’è qualche legame con le feci o è stato un virus? Le analisi sono buone, mancano i risultati delle feci e delle intolleranze. Dimenticavo di dirle che il bimbo pesa 6,6kg ed è lungo 65,5 cm. A detta della pediatra ha rallentato di molto la crescita. Quaranta giorni fa pesava 6,1 kg. Grazie.

Sarebbe bene aspettare le risposte di tutti gli accertamenti. Il sangue proveniente dall’esofago non si presenta scuro, cioè digerito dai succhi gastrici, ma rosso vivo. Potrebbe essere sangue prima defluito nello stomaco poi rigurgitato. Il muco presente nelle feci può dipendere sia da muco ingerito proveniente dalle prime vie respiratorie se il bimbo ha avuto una infezione alle alte vie respiratorie oppure da muco proveniente dalla mucosa intestinale. In questo caso l’infiammazione può dipendere sia da un virus che da un batterio che da una allergia alimentare qualora il bimbo fosse alimentato con latte artificiale. Non sarebbe da trascurare l’allergia al latte oppure una infezione da elicobacter che, colonizzando prima lo stomaco, può far insorgere gastrite e, passando nell’intestino, potrebbe provocare colite. E’ difficile, infatti, che una gastroenterite virale si manifesti con muco nelle feci: di solito essa provoca scariche liquide acquose più che mucose. Ma, ripeto, è inutile ragionare senza prima conoscere l’esito delle analisi eseguite. Dopo il primo trimestre di vita la velocità di crescita sopratutto del peso rallenta sensibilmente e solitamente non supera i due terzi di quella dei mesi precedenti. Pertanto, un lattante che nei primi tre mesi di vita cresceva un chilo al mese, nel secondo trimestre non crescerà più di 600-650 gr al mese, così come un lattante che, nei primi tre mesi, era cresciuto in media 800 gr al mese, nel secondo trimestre crescerà attorno ai 500-550 gr non di più. Con il passare dei mesi importa sempre di più la crescita in altezza e un po meno il peso, anche se, ovviamente, quest’ultimo parametro non deve essere trascurato.
.