Rifiuto del latte: come sostituirlo?

 

Gentilissima dottoressa,

mio figlio, 9 mesi e 10 giorni, ha una storia alimentare un po’ complessa, fatta di alti e bassi.

Svezzato intorno ai 4 mesi per via del RGE e per il suo rifiuto totale del latte artificiale all’epoca, pareva aver trovato un ottimo equilibrio mangiando yogurt e pappe.

Poi ha cominciato ad avere crisi notturne di pianto, ed è stato sottoposto ad esami allergologici per le proteine del latte (RAST) per via del quadro clinico (le crisi peggioravano in concomitanza con l’assunzione di latticini) e per la storia familiare (io sono stata intollerante). I RAST hanno dato esito negativo, cosa che la pediatra ha valutato non di eccessiva importanza vista l’età, dando prevalenza alla storia clinica e togliendo quindi i latticini.

La situazione è subito migliorata (nessuna crisi notturna e praticamente più nessun rigurgito), ma il problema è che mio figlio non accetta nessun tipo di latte sostituto al latte formulato di origine vaccina (che comunque ultimamente rifiutava).

Abbiamo provato con gli idrolisati spinti (Nutramigen), con il Risolac, con il latte di soia, persino con il più appetibile latte di asina, ma niente. Di notte beve senza problemi sia il latte di soia che tutto sommato il latte di riso (preferendo il primo), e quindi la sua unica fonte di latte al momento sono i 150 max 220 ml di latte che beve intorno alle 2 di notte e che non cerchiamo quindi nemmeno di eliminare.

Il mio problema è che non so cosa dargli a colazione e merenda.


Questo soprattutto in vista del prolungamento dell’orario al nido (ora esce alle 14.30, al compimento dell’anno starà fino alle 16), dove danno latticini (o sostituti) almeno 3 volte a settimana. Le restanti due danno frutta e biscotto che mio figlio mangia volentieri, ma saranno sufficienti? E la colazione, può saltarla sempre? Ci sono delle volte che è affamatissimo, piange ma comunque da sveglio si rifiuta di ciucciare.

Onestamente non sappiamo più che pesci prendere.

Grazie per ogni aiuto che vorrà darci, Sarah

Sostituisci i biberon con yogurt alla soia, con biscotto granulare o frutta, oppure con un succo di frutta più cereali, così potrai dare uno yogurt alla soia più frutta e cereali la mattina e a merenda e le solite due minestrine a pranzo e a cena.

Il giorno che non prenderà lo yogurt, ma soltanto la frutta con biscotti o cereali, aumenterai un po’ le proteine delle due pappe, cioè potrai aumentare un po’ la carne o il pesce o i legumi o i cereali, cioè la pastina che, comunque, un po’ di proteine le contiene.

Non ti devi fissare sull’obbligo di fare assumere latte in qualsiasi modo al bambino: ora mangia di tutto e le sostanze contenute nel latte potrà trovarle anche in altri alimenti.

Un caro saluto, Daniela