Problema dopo parafimosi

 

Buongiorno,

un paio di settimane fa abbiamo avuto un inconveniente col pisellino di mio figlio (fa tre anni ad aprile). Una mattina, dopo avere scoperto la punta come sempre per la pulizia (mai avuto problemi al riguardo), mio marito si è poi dimenticato di rimettere la pelle al suo posto, e così dopo qualche ora siamo finiti all’ospedale perché gli si era gonfiata la pelle e non si riusciva più a ritirare giù.

Al pronto soccorso hanno spinto e tirato finché sono riusciti a risistemare il tutto senza bisogno di intervento (per fortuna), e a parte il senso di colpa nostro non sembravano essere rimaste conseguenze.

La dottoressa ci ha consigliato di lasciarlo stare del tutto per un paio di mesi e per lavarlo di usare una siringa per spruzzare l’acqua all’interno del prepuzio. Purtroppo però questa cosa risulta impossibile perché terrorizza il bambino, per cui ho provato a tirare giù la pelle poco poco, giusto per riuscire a far arrivare un po’ di acqua all’interno, ma mi sono accorta che ora la pelle non scende assolutamente più, mentre prima scendeva completamente senza problemi.

Sembra come "ristretta". Vorrei sapere se questa cosa è normale e aspettando un po’ si risistemerà da sola, o se devo fare qualche cosa.

Grazie, cordiali saluti, Alessandra

Se aprendo completamente il prepuzio la pelle non è riuscita, da sola, a ricoprirlo nuovamente, vuol dire che scorre male sul glande e c’è ancora un po’ di fimosi, quindi non ti consiglio di irritare molto la pelle del prepuzio con frequenti tentativi.

Ogni tanto, come lubrificante, puoi usare qualche goccia di olio di mandorle dolci oppure anche alcune gocce delle soluzioni lubrificanti che si usano per la secchezza vaginale, però, se la pelle è ben stretta attorno al prepuzio, difficilmente farà entrare sporcizia dall’esterno e non è quindi necessario aprirla con insistenza.

Ad ogni modo, qualora si dovesse ripresentare un’altra volta la parafimosi e non si dovesse più chiudere il pisellino, ti consiglio di applicare una crema o un po’ di olio sopra e di fare poi un impacco con ghiaccio sulla parte per una diecina di minuti per raffreddare la zona, creare vasocostrizione e conseguente riduzione di volume del glande e del prepuzio: in questo modo, anche una pelle molto tirata riuscirà a scorrere ricoprendo il tutto senza traumatizzare ulteriormente il bimbo.

Un caro saluto, Daniela