Problema di alimentazone e infezione al peritoneo


Buongiorno,

sonola mamma di un bambino di 3 anni che pesa poco più di 6 kg.Allergico alle proteine del latte vaccino e affetto da una malattiagenetica renale che gli ha causato, a partire dal secondo mese divita, una perdita notevole di proteine. Entrato in insufficienzarenale a 11 mesi, gli è stato posizionato un catetere peritonealeper la dialisi, ma purtroppo a causa di un’infezione al peritoneo siè stati costretti a metterlo in emodialisi.

L’infezioneal peritoneo gli ha compromesso definitivamente l’intestino giàmesso a dura prova dall’uso di latte vaccino. Quindi si dà inizio aduna alimentazione parenterale che dura fino all’8 Marzo del 2009quando viene trapiantato di rene.

Nonriusciamo però con l’alimentazione ad arrivare ad un apportocalorico sufficiente per la crescita visto che sembrerebbe che unaumento proteico gli causerebbe un mal funzionamento renale conaumento della creatinina e dell’urea. Viene dunque sottoposto adesami metabolici che escludono qualsiasi malattia delmetabolismo. Si tenta di rialimentarlo molto lentamente ma anchequesto tentativo risulta inutile. Chiedo quindi cosa potrebbe causarequesto problema e quali esami si potrebbero effettuare per scoprirnela causa. A tutt’oggi si alimenta con latte Neocate 1.

Laringrazio e la saluto

Iltuo bimbo è un caso piuttosto complesso: non mi specifichi lamalattia genetica che ha, non mi precisi com’è andato il trapianto ecom’è attualmente la sua funzionalità renale: mi è quindidifficile darti una risposta esauriente al tuo problema. La linea diprodotti alimentari Nutricia a cui appartiene il latte Neocate 1 haanche molte altre formule a base di aminoacidi semplici che pensopossano essere alternate al Neocate uno.

Lalinea di prodotti dietetici Aproten, poi, propone biscotti e pasta abasso contenuto proteico che possono integrare latte e altreformulazioni della Nutricia. Ma oltre al latte e alle polveri diidrolisati proteici un bambino di 3 anni deve mangiare altro, inquantità tale da soddisfare le esigenze nutrizionali che nel tuocaso sono quelle di un soggetto di peso basso ma nello stesso tempodi età già grandina.

Purtroppo,non conoscendo sufficientemente i problemi digestivi del tuo bimbo -non mi precisi se non tollera altri alimenti perché ha diarrea osolo perché il calcolo proteico impedisce di aggiungere altreproteine a quelle già contenute nel latte neocate che assume, operché, anche assumendole, continua a non crescere di peso – enemmeno le sue condizioni cliniche attuali dopo il trapianto ne tantomeno come reagisce alla introduzione dei vari alimenti non riesco adinquadrare sufficientemente la situazione. Tra l’altro non mi precisinemmeno le analisi alle quali il bimbo è stato sottoposto. Pertantotirerei ad indovinare se ti consigliassi una dieta di un certo tipo.Se vuoi che ti dia un consiglio preferirei che tu mi scrivessinuovamente fornendomi maggiori dettagli della situazione clinica delbimbo.

Uncaro saluto, Daniela

{loadpositionlegals}