Problema agli occhi

 

Cara dottoressa

mio figlio Giuseppe di 5 anni, due sere fa dopo avergli spento la luce e messo a letto seguiva qualcosa con gli occhi gli ho chiesto cosa stesse guardando,  dopo avermi detto varie bugie mi ha confessato che vedeva una forma fucsia, più precisamente una zampa e che ogni volta che è al buio vede una forma fucsia, ma non è sempre la stessa. Ieri sera gliel’ho chiesto di nuovo e mi ha detto che vedeva un cerchio fucsia. Dottoressa penso non sia un problema recente solo che prima non ho insistito abbastanza per farmelo raccontare. Può essere un problema della vista? Sono preoccupata.

La ringrazio e la saluto

Lo stimolo luminoso proveniente dalle immagini che gli occhi vedono o dalle luci che guardano si trasmette al cervello attraverso un complesso meccanismo di stimoli nervosi la cui prima tappa è la stimolazione dei fotorecettori situati sulla retina. Essi, in presenza dell’oggetto luminoso, subiscono una sorta di eccitazione elettrica che trasforma in impulso nervoso il fascio di luce in modo che, attraverso le fibre del nervo ottico, tale impulso  luminoso possa giungere fino al cervello per essere decodificato opportunamente e di conseguenza riconosciuto. Una volta esaurita la loro funzione di trasformazione dell’impulso luminoso in impulso nervoso, i fotorecettori retinici, cioè le cellule chiamate coni e i bastoncelli tornano a riposo in attesa dello stimolo successivo. A volte, però, capita che un determinato stimolo luminoso sia per loro troppo forte e che dopo avere svolto la loro funzione non ritornino prontamente a funzionare dal punto di vista biochimico ma per alcuni secondi rimangano, come dire tramortite, rimandando l’immagine dello stimolo luminoso anche dopo la sua effettiva scomparsa.

Però il quesito che mi poni è molto specialistico e la mia non può che essere una risposta assolutamente incompleta. Solo un oculista potrà risponderti in modo compiuto. Il sintomo descritto dal tuo bambino si chiama, in linguaggio medico, scotoma e quando si manifesta come lo descrive il tuo bimbo, cioè sotto forma di immagine circolare a volte spazzata – zampetta – suggerirebbe alcuni approfondimenti oculistici: in particolare bisogna indagare se nella storia familiare del piccolo vi sono soggetti che hanno sofferto o soffrono di emicrania perché in alcuni casi potrebbe essere uno dei sintomi premonitori di questo problema, oppure bisognerebbe escludere che vi siano segni attribuibili ad un aumento della pressione endooculare, cioè del glaucoma. Pertanto, ripeto, a mio avviso è opportuno sottoporre il bimbo ad una visita oculistica. Anche una prolungata esposizione degli occhi alla tv, al pc o ad altre immagini luminose provenienti da uno schermo possono eccitare i fotorecettori in modo anomalo.

Un caro saluto, Daniela

Condividi
Articolo precedenteTampone faringeo
Articolo successivoMeteorismo
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.