Probabile reflusso a due mesi

 

Salve dottoressa,

mio figlio il 09/09 compirà due mesi ma ho un problema, ho notato che quando lo allatto da seduta si stacca dal seno in continuazione dandomi dei dolorosissimi strattoni ai capezzoli e lui una volta staccatosi spontaneamente cerca il seno nuovamente e disperatamente per poi staccarsi subito dopo.

Tutto questo provoca pianto e rigidità del bimbo, dolore ai capezzoli ma la poppata non dura per più di dieci minuti al massimo, oltretutto ho notato che spesso gli ritorna su un po’ di latte, allora ho provato ad allattarlo da sdraiata e per quest’ultimo problema di rigurgitini sembriamo aver risolto. In più il bimbo non salta mai una poppata e ogni due ore e mezza tre vuole mangiare e non si addormenta se non dopo due ore per dormire un’ora e ricominciare. Anche la notte e io sono stanchissima dopo soli due mesi.

Tante volte invece rifiuta proprio il seno e ho provato a dare un biberon con la camomilla di quelli piccoli da 30 ml e quello non lo rifiuta mai, che cosa ha? Come posso fare per farlo mangiare bene e farlo riposare un po’?

La ringrazio anticipatamente e mi scuso per aver messo tutto alla rinfusa ma nel frattempo sto badando al piccolo.

A mio parere bisognerebbe riflettere su questi 4 punti: il bimbo cresce bene? Si attacca al seno in modo corretto in modo da succhiare correttamente oppure tiene in bocca soltanto il capezzolo e, così facendo, non riesce a far defluire correttamente il latte dalla mammella alla bocca e di conseguenza non svuota abbastanza il seno ad ogni poppata? Il bimbo soffre di reflusso gastroesofageo che gli crea fastidi e dolore al momento dei pasti e durante tutta la giornata tanto da impedirgli un riposo soddisfacente? Il tuo latte è, in realtà sufficiente oppure ne hai poco e il bimbo, pur succhiando correttamente, non riesce ad assumere il latte che a lui servirebbe per saziarsi bene?

Io penso che sia più probabile l’ipotesi del reflusso gastro esofageo e di questo dovresti parlare con il tuo pediatra per conferma. L’intervallo di due ore e mezzo, tre tra le poppate, comunque, a poche settimane di vita è la norma: si tratta soltanto di capire perché, durante le 24 ore, il bimbo non riesce ad avere un periodo di sonno prolungato di almeno 5 o sei ore e questa domanda rimanda alle altre formulate in precedenza.

Comunque, reflusso a parte, che a me sembra probabile, se il piccolo si alimenta 7 volte al giorno o al massimo 8 e cresce regolarmente di peso, se bagna in modo consistente almeno 6 pannolini al giorno e se le sue feci sono di aspetto e quantità normale, il problema della scarsità di latte mi sembra improbabile; pertanto rimarrebbero in piedi le ipotesi di una errata suzione (le labbra del bimbo devono aprirsi in modo tale da ricoprire tutta l’areola mammaria e il bimbo non deve tenere in bocca soltanto il capezzolo) e del reflusso.

L’errata suzione si modifica facendo in modo che il bimbo abbia, come ho detto, tutta l’areola mammaria in bocca durante la poppata e facendogli assumere una posizione comoda e i fastidi imputabili al reflusso si possono controllare con farmaci antiacidi. Prima, però, bisogna che la diagnosi sia certa e questa valutazione spetta al pediatra che segue il bimbo.

Un caro saluto, Daniela