Prevenzione: omeopatia o erboristeria?

 

Buongiorno dottoressa,

Chiedevo un consiglio per la prevenzione che vorrei fare con mia figlia che ha quattro anni. Sono indecisa fra Oscillococcinum, oppure Immunomix che è erboristico.

Con i bambini quale dei due rimedi, omeopatia, erboristeria, aldilà dei prodotti che le ho citato, funziona meglio? Poi mi hanno parlato anche di un altro prodotto, Omeogriphi, che dicono sia più completo di Oscillococcinum. Potrei anche associare Oscillococcinum con un prodotto a base di echinacea, o forse è troppo?

La ringrazio

Non mi occupo di medicina omeopatica, né tantomeno di erboristeria, quindi non posso esserti utile.

In linea di massima tenderei a sconsigliare i prodotti erboristici in quanto non penso che siano sufficientemente controllati per quanto riguarda il loro effettivo contenuto, mentre i prodotti omeopatici, al massimo non contengono quasi nulla e dannosi, certo, non possono essere. La loro reale efficacia non è stata ancora scientificamente provata nonostante la diffusione crescente del loro consumo, ma è possibile che la abbiano.

Io, comunque, rimango dell’idea che la migliore immunizzazione sia quella naturale, attuata senza farmaci costosi e senza protocolli terapeutici: il contatto stretto inevitabile con coetanei permette a virus e batteri di diffondersi velocemente da bambino a bambino e ogni agente patogeno che entra nell’organismo di un bambino lo stimola a produrre anticorpi specifici, indipendentemente da cosa la madre gli fa assumere per favorire o tentare di favorire questo processo.

Lo stimolo anticorpale costituito dalla continua presenza di agenti più o meno patogeni è centinaia di volte più efficace di qualsiasi terapia immunostimolante, che sia di tipo allopatico, omeopatico o erboristico. In questo senso, a mio parere, moltissimi soldi potrebbero essere risparmiati o impiegati in altro modo piuttosto che spesi in farmacia o parafarmacia.

Un caro saluto, Daniela