Prebiotici e probiotici, quali per i bambini?

Gentile dottoressa,

è vero che far bere i prebiotici ai bimbi aiuta a proteggerli da infezioni virali o batteriche in genere? Mi hanno detto che quando l’intestino lavora bene, è a posto, e il bimbo si ammala molto meno.

Cosa ne pensa, e quali eventualmente posso dare a un bimbo di 5 anni e uno di 18 mesi?

Grazie e cordiali saluti

 


Su prebiotici, probiotici e simbiotici vi è un articolo esauriente sul sito al quale ti rimando se non lo hai ancora letto.

Io sono favorevole alla loro somministrazione nei bambini, sia per riequilibrare la flora batterica intestinale dopo una malattia curata con antibiotici, sia in caso di gastroenterite virale o di enterocolite batterica, sia semplicemente per favorire un buon sviluppo delle loro difese imunitarie, proprio in un’epoca in cui tutti i cibi sono troppo manipolati per credere che possano contenere queste sostanze in quantità sufficienti (se così fosse, basterebbe una sana, corretta, variata ed equilibrata alimentazione per assumere tutti i pre e probiotici necessari).

I prebiotici sono sostanze che si trovano in natura in molti alimenti, sia di origine animale come il formaggio, specie il parmigiano, sia di origine vegetale come le banane, il frumento, il miele, il germe di grano e anche i legumi, così come nel latte materno, ovviamente in maggior quantità quando i cibi sono biologici e non trattati chimicamente.

Essi facilitano l’azione dei probiotici, i più comuni fermenti lattici e, in realtà, sono proprio i fermenti lattici che dovrebbero essere assunti regolarmente dai bambini, visto che in una adeguata alimentazione, di solito, si trovano prebiotici a sufficienza.

Per entrambi i tuoi bambini vanno bene gli stessi prodotti e se si desidera somministrare assieme sia prebiotici che probiotici, cioè se si desidera somministrare un simbiotico che li contenga entrambi, si può dare Lactoflorene bambini.

Ma la modernità non insegna, in fondo, nulla di nuovo, visto che da tempo immemorabile si utilizza il lievito di birra, variamente mascherato nel latte, nel caffè latte o nell’orzo, come ricostituente e rinforzante le difese immunitarie: il lievito di birra non è altro che un prebiotico e basta associarlo a un alimento che contenga probiotici, come un semplice yogurt naturale e non manipolato, edulcorato o con aggiunta di frutta, conservanti o altro, anch’esso un alimento utilizzato sin dagli albori dell’umanità, per creare i modernissimi simbiotici senza spendere soldi e senza illudersi di avere scoperto l’acqua calda.

Quindi, se credi, usa pure probiotici o simbiotici di farmacia, ma se vuoi puoi anche abituare i tuoi bimbi a un pizzico di lievito di birra ogni mattina sciolto nella tazza di latte e a uno yogurt naturale al giorno, magari fatto in casa e da te stessa dolcificato con zucchero o miele al momento di darlo ai bimbi.

Molti latti in polvere sono comunque arricchiti con pre e probiotici come Formulat 1, Humana Disanal CP, Omneo Conformil, Humana LC PUFA, e altri, ma i tuoi bimbi sono già grandi.

Un caro saluto,

Daniela