Poppata per addormentarsi



Buonasera,

la mia bambina ha compiuto da pochi giorni 15 mesi.

Per addormentarsi alla sera ha sempre bisogno di attaccarsial seno: non appena si accorge di avere sonno comincia a smaniare e se non laaccontento parte con il suo pianto disperato che si placa solo con la poppata.

La mia domanda è semplice: esistono degli accorgimenti opiccoli espedienti per abbandonare a poco a poco questa specie di rituale?

Grata per l’attenzione rimango in attesa di una sua gentilerisposta.

Cordiali saluti.


Dipende solo da te: a 15 mesi, un bimbo potrebbe ancoraavere diritto alla sua poppata al seno, soprattutto se soltanto serale e se,durante la giornata, il suo comportamento è perfettamente normale, sereno,tranquillo e non desideroso di rimanere tutto il tempo attaccato alla mamma.

Se però ti senti stanca e desideri interrompere questaabitudine, non resta altro che essere determinata e non attaccarla più al seno,senza mai cadere in contraddizioni e cedere quando i pianti si fanno troppoinsistenti.

Il tuo seno dovrebbe essere sostituito da un oggettoconsolatorio, volendo da un ciuccio, ma se lo rifiuta o tu non vuoi creareuna abitudine perché temi che diventi difficile toglierla in seguito, potrebbeessere una bambolina o un pupazzetto con cui tu e lei avrete giocato nelle oreprecedenti, una federa, un pezzo di stoffa, anche con il tuo odore, perché no,qualcosa di tuo che potrà diventare un oggetto transizionale.

Se questi espedienti non dovessero funzionare, non ti restache tenere duro e farla piangere più a lungo di quanto non sia riuscita a farefin’ora, fino al suo addormentamento per sfinimento: potrebbe bastare un’unicavolta per togliere alla bimba l’abitudine.

Se non hai il coraggio di arrivare fino a tanto, non tiresta che avere pazienza per qualche altro mese e, nel frattempo, cercare didare delle abitudini regolari alla bimba, mettendola a letto prima che si sentatalmente stanca da cercare il seno, cullandola nel lettino, raccontando unafavola, mettendo qualche giostrina luminosa che si riflette sui muri e sulsoffitto o qualsiasi altro espediente che attiri l’attenzione della bimba e laaffascini fino a farla addormentare.

Un caro saluto, Daniela.