Polmonite?

   

Gentilissima Dottoressa,

avrei bisogno di confrontarmi nuovamente con lei, per capire cosa ne pensa.

Premessa: subito dopo il parto, ho avuto una broncopolmonite, ma nessuno dei medici che avevo consultato se n’era accorto. Quando ho preteso le lastre ai polmoni, è stato evidente il focolaio, ma all’auscultazione non si sentiva nulla, avevo tosse persistente, febbricola non molto alta, sonnolenza e soprattutto una forte sudorazione notturna (io non sudo quasi mai, men che meno la notte).

Ora, mia figlia di 17 settimane soffre di rge, e inutile dire che la mia paura è quella della polmonite ab ingestis, in quanto la piccola spesso rigurgita e poi le manca il fiato, dopodiché comincia a tossire forte e poi a piangere a dirotto…

Da domenica ha cominciato ad avere una tosse strana, diversa dalla sua solita tossetta da rge. Sono andata al ps, dove non hanno evidenziato nulla di particolare, hanno detto che forse è un inizio di bronchiolite, di tenerla controllata, ma al saturimetro l’ossigenazione era buona, e aveva solo dei rientramenti appena sopra le clavicole. Idem al controllo dalla pediatra. Da ieri quindi fa aerosol con Broncovaleas tre volte al giorno, ma non vedo benefici.

La piccola è sonnolente (calcoli che prima d’ora di giorno non ha MAI dormito!!!), ha una tosse che non mi piace proprio, e soprattutto ha una fortissima sudorazione notturna (anche lei non suda mai e in condizioni normali ha sempre piedi e mani fredde, come me), al punto che trovo la sua sagoma di sudore sul materasso la mattina quando la tiro su dal letto, e devo cambiarle la tutina, praticamente fradicia di sudore!

Inutile dirle che temo una polmonite ab ingestis…come si può capire? Può esserci polmonite senza ipossia né rientramenti toracici? Come si spiega questa forte sudorazione in assenza di febbre alta? Lei consiglierebbe dei raggi ai polmoni?

Io ho paura a rompere le scatole nuovamente alla mia pediatra, ma siccome vedo in mia figlia gli stessi sintomi che avevo io (auscultazione normale, febbricola, sudorazione e sonnolenza) ho paura che in caso di polmonite nessuno se ne accorga, è possibile? Forse sono io troppo apprensiva…

Grazie mille dottoressa per il suo parere, Eleonora

Sei sicuramente molto apprensiva e l’unico modo per tranquillizzarti sarebbe quello di far visitare la bimba ogni tre giorni fino a completa guarigione. La broncopolmonite, quando è virale, può non dare sintomi molto eclatanti ed essere misconosciuta, ma qualsiasi cosa abbia la tua bimba, se la noti molto sonnolenta, inappetente e pallida non resta che visitarla nuovamente.

La bronchiolite è un’evenienza possibile e il suo quadro clinico varia moltissimo non solo da caso a caso, ma di giorno in giorno, specie nei bambini piccoli; quindi, quello che non si evidenziava all’ultima visita può essere presente ora. Per la bronchiolite non è prevista una terapia antibiotica particolare salvo in casi selezionati, ma quando si fa diagnosi di questa malattia, certa o fortemente presunta che sia e si rimanda a casa il bambino perché non grave in quel momento, data l’età, non deve essere lasciato senza altri controlli e una o più visite, comunque stia il bambino, a distanza di due o tre giorni l’una dall’altra fino a guarigione non sarebbe male farle.

Una visita accurata potrebbe rendere la radiografia superflua, ma qualsiasi cosa abbia la tua bimba, che tu creda di rompere le scatole alla pediatra o meno, è bene che la piccola venga nuovamente controllata: in caso contrario, non sapremo mai se la tua ansia è giustificata o meno. Quindi, non essere troppo ansiosa, ma sii decisionista e porta la bimba dal medico.

Un caro saluto, Daniela

Condividi
Articolo precedenteTosse e salivazione
Articolo successivoBambino dodicenne
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.