Pillola: può influire sulla crescita?

Buongiorno dottoressa,

a mia figlia di 12 anni  è stato riscontrato un ovaio policistico. Avendo avuto un menerca molto abbondante da quando ha iniziato ad avere il ciclo (novembre), le è stata prescritta la pillola Klaira e adesso da circa tre mesi è regolare dura si e no tre giorni. Vorrei avere qualche consiglio a riguardo e se può influire sulla crescita staturale visto che a febbraio era altezza 142,4  per 42,300 kg, a giugno 144,2 per 43,900 a settembre 144,2 per 44,800, si è praticamente fermata. Noi in famiglia non siamo molto alti io 1,50 mio marito 1,68 e anche mia figlia di 15 anni è 1,50. Grazie

Klaira è una pillola estro progestinica di ultima generazione contenente un mix modulato in modo fisiologico di estrogeni naturali e progesterone e per il problema della tua ragazza mi sembra una ottima scelta di cui non devi temere effetti collaterali particolari. La sua assunzione regolare, oltre a regolarizzare il flusso mestruale mettendo a riposo l’attività dell’ovaio per tutta la durata della terapia, non sconvolge la normale concentrazione ormonale ciclica alla quale era stato abituato l’organismo e non ha nessuna ripercussione sulla crescita staturale della ragazza, naturalmente rallentata dal completamento del processo puberale ma non terminata. Continuando di questo passo, infatti, pur tenendo conto di tutte le variabili individuali e dei limiti delle tabelle percentili, penso che potrà raggiungere tranquillamente se non superare di almeno due o tre centimetri una altezza definitiva di 150 cm, superando anche la sorella. Stimolala a praticare molto sport – corsa, atletica, pappa a volo, ecc. – e stai tranquilla.

Un caro saluto, Daniela