Peso del bimbo e menù adatto alla sua età

Gentilissima Dott.ssa Daniela,
Le richiedo un parere (finora ho seguito i suoi consigli e le cose sono notevolmente migliorate).  
Ora il bimbo ha 17 mesi, una altezza di 82 cm e un peso di 12 kg. Sulle varie tabelle mi sembra troppo e sono spaventata anche perché i commenti sono sempre che è grosso nonostante io sia attenta.
Per cui il suo menu è il seguente: mattino latte parz. scremato con un cucchiaino piccolo di biscottino solubile (quantità max di 200 ml), al nido mangia tutto, anche la frutta che a casa si ostina a volere in vasetto. Merenda yogurt con un pezzo di fetta biscottata (gli piacciono quelle al farro senza latte, uova e zucchero di tipo biologico) e la cena arriva al dilemma: gli devo dare i carboidrati o solo un secondo con contorno?
Di solito mangia tre cucchiai di pasta piccola all’olio o al sugo con un cucchiaino piccolo di parmigiano, poi un secondo di carne/pesce con bieta o spinaci, oppure 40 gr di mozzarella o di prosciutto cotto e infine il vasetto di frutta pura (non si sa per quale arcano motivo a casa la frutta non la mangia), poi a volte vuole dei pezzetti di fetta biscottata o di pane ma cerco di limitarlo.
Dottoressa, dove sbaglio? Di sera posso dargli questo menu o è troppo?
Secondo lei è davvero troppo il peso? Come bisogna regolarsi con il menù della cena?
Mi aiuti. Mi sento davvero a disagio anche se, e riconosco che è una affermazione tipica da madre, trovo che sia proporzionato ma non voglio ritrovarmi con un bimbo in sovrappeso (come sono stata io) ed eternamente infelice…
Per Sua conoscenza, alla nascita pesava 2,350 kg x 49 cm, nato alla 37a settimana.
Era minuscolo, poi è cresciuto in maniera esponenziale. Infine, ha sempre molto gonfiore addominale, ma dipende dal fatto che, nonostante mangi tutto, non mastica ancora bene e, per esempio, le verdure le espelle per intero? Passerà questa fase?
Grazie di tutto.

Innanzitutto stai tranquilla, il tuo bimbo, semmai, ha un sovrappeso di meno di un chilo, cioè del 5% del suo peso o giù di lì. Non deve stare a dieta ma solo mangiare sempre in modo equilibrato e corretto per la sua età. Un esempio di dieta per un anno e mezzo lo puoi trovare anche sul sito per capire se eccedi in qualcosa o meno, ma per ora, più che all’alimentazione dei pasti principali, che mi sembra sostanzialmente corretta, fai in modo che non prenda l’abitudine ai fuori pasto, ai dolcetti e merendine varie che si tendono a rimuovere dalla coscienza ma apportano molte calorie inutili e, visto che ora camminerà senz’altro bene, fallo muovere molto, portalo al mare e all’aria aperta, fallo correre, insomma, fagli bruciare calorie.
Carboidrati e proteine vanno sempre dati assieme per facilitarne la corretta assimilazione e la dieta dissociata non va mai fatta, però a pranzo va dato più spazio ai carboidrati rispetto a carne o pesce e la sera viceversa, il piatto principale sarà proteico, carne o pesce o formaggio con, a fianco, un po’ di cereali come pane o pastina in brodo o asciutta ma comunque in quantità inferiore rispetto al pranzo. La frutta basta darla due volte al giorno, o ai pasti o fuori pasto e la verdura minimo due volte, ai pasti, ma può essere anche aggiunta cruda e frullata assieme alla frutta a merenda o a metà mattina.
La pastina la sera può anche essere leggermente ridotta ma la differenza la fanno i condimenti e l’olio va aggiunto a crudo, massimo due cucchiaini, ma anche uno può bastare se condisci verdura e carne con altro olio.
Di latte e yogurt ne bastano complessivamente 350-400 gr al giorno e se la sera conti di dare formaggio per cena, la merenda sarà a base di frutta. Se il bimbo non mastica ancora bene le verdure, continua a frullarle per un altro po’ di tempo e prova a dare a pezzi solo zucchine molto ben cotte o altra verdura che si scioglie facilmente in bocca.
Per quanto riguarda la frutta, invece, perché non provi a frullare la frutta fresca di nascosto e a metterla nel vasetto di omogeneizzato?
Un caro saluto,
Daniela