Peridon e allattamento agli sgoccioli

Gent.ma dott.ssa,

in seguito all’ultima mail che Le ho inviato riguardo l’allattamento difficile e DAS sto tentando, cosi come aveva detto Lei, quello che ancora non avevo provato.

Non ho acquistato il DAS perché, dopo averlo visto, ho pensato che proprio come aveva affermato nella risposta è un "diabolico marchingegno", ma sto assumendo due compresse di Peridon 10 mg e la tisana Weleda, almeno per mantenere la produzione di latte nelle poppate nelle quali Federico rifiuta categoricamente il biberon per cercare il seno.

Quello che volevo chiederLe è:

1) per quanto tempo posso assumere il Peridon considerato anche che ormai il mio allattamento è nel vero senso della parola agli "sgoccioli"?

2) e inoltre, ci sono degli effetti sul bimbo; visto che, anche se in minime quantità, passa nel latte può avere delle conseguenze?

La ringrazio infinitamente della disponibilità e dei preziosi consigli..

Giulia

 


Il Peridon è un farmaco studiato principalmente per favorire lo svuotamento gastrico e renderlo più veloce e si prescrive anche nei lattanti che hanno problemi di reflusso gastroesofageo: pertanto non vi sono particolari controindicazioni ad assumerlo anche per periodi di alcuni mesi tentando di sfruttare un suo effetto collaterale, cioè quello di stimolare la produzione di prolattina.

Soltanto, mi chiedo quanto valga la pena continuare quando non si notassero effetti particolari sulla produzione di latte. Quindi tutto dipende dai miglioramenti osservati durante la terapia, dalla quantità di latte che riesci a dare al bimbo e dalla sua voglia di continuare a succhiare.

Un caro saluto,

Daniela

 

1 commento