Pasto serale a otto mesi

Salve, sono Manuela, di Reggio Emilia.
Ho una bimba di 8 mesi allattata artificialmente fin dalla nascita (non si è mai attaccata
malgrado avessi molto latte che ho tolto per un mese).
E’ nata di 2,530 Kg, ora è 7,840; lo svezzamento, iniziato con la frutta al 5° mese e con le pappe al 6°, procede bene. Mangia creme di riso, mais e tapioca, omogenizzati di verdura, liofilizzati di carne bianca, ho introdotto il glutine al 7° mese e non ha dato nessuna reazione avversa.
Il mio problema è legato al fatto che sono restia a introdurre il pasto serale, i pochi tentativi che ho fatto non hanno dato buoni risultati, Ginevra lo ha ripetutamente rifiutato.
La pediatra insiste che è indispensabile il pasto serale a 8 mesi, io non so come fare.
Inoltre, mia figlia prende il latte anche dopo la pappa di mezzogiorno, quindi siamo ancora a 5 pasti di latte (in totale ne prende circa 900 cc del tipo 2).
La bimba è sempre stata bene, si scarica regolarmente 1 o 2 volte al giorno, è molto attiva ma dorme tutta la notte, con 1 o 2 sonnellini durante il giorno.
Chiedo quindi un suo consiglio e la ringrazio anticipatamente per l’attenzione.
Manuela

Cara Manuela,
a 8 mesi i bimbi possono ancora avere voglia di 5 pasti al giorno, ma in tal caso, oltre alle due pappe di mezzogiorno e della sera, i restanti tre pasti, se a base di latte, non dovrebbero apportare più di 5-600 cc di latte complessivamente, cioè non più di 180-200 gr di latte a poppata. Solo così si può pensare che il bimbo abbia fame a sufficienza per la seconda pappa serale. Quindi il primo passo è quello di ridurre il latte a sole tre poppate di 180-200 cc massimo ognuna, una la mattina, una di pomeriggio a merenda e una alla sera prima di dormire.
Se la bimba non volesse più quella della sera tardi, quei 180-200 cc dovrebbero essere equamente distribuiti nelle restanti due poppate, cioè più o meno 250 cc la mattina e 250 cc il pomeriggio con, più o meno, due biscottini in ogni biberon.
Il biberon del pomeriggio può poi essere sostituito con uno yogurth da 120 cc o semplice o alla frutta, con o senza i soliti biscottini.
La sera puoi provare inizialmente con una farina lattea, tanto per iniziare con un sapore dolce più accattivante e più simile al latte adattato che prende volentieri.
Una volta abituata, dopo pochi giorni, puoi sostituirla con la minestrina come il giorno, anche se penso che la semplice riduzione della quantità giornaliera di latte sia sufficiente per aumentare l’appetito della piccola. Ma, ovviamente, due minestrine e 900 cc di latte al giorno sarebbero veramente troppi!
Un caro saluto,
Daniela