Pappa e giochini

 

Buongiorno,

sono la mamma di un bimbo di 11 mesi che pesa 9,080Kg ed è alto 75,5cm; finora allattato al seno. Nell’ultima visita dal pediatra è cresciuto di 2 cm in un mese, ma ha preso solo 20 gr di peso. È stato deciso con il pediatra di passare al latte di accrescimento per quel che riguarda la poppata del mattino, rimarrebbe solamente quella serale al seno, per di più per aiutarlo a dormire.

Fa i seguenti pasti: mattino poppata al seno, domani mattina passerà al biberon.

Pranzo: pastina al pomodoro (un cucchiaio e mezzo circa, se va bene), passato di verdure fresche con carne omogeneizzata, olio e parmigiano reggiano (sempre un cucchiaino), vasetto frutta da 80gr.

Merenda: yogurt bio alla frutta, oppure frutta da 100 ml, oppure baby merenda o allo yogurt o al formaggio.

Cena: piatto unico con passato di verdure fresche con formaggio omogeneizzato o ricotta fresca o prosciutto cotto omogeneizzato più olio e cucchiaino di parmigiano reggiano, frutta da 80 gr. Ho provato a dare frutta fresca grattugiata ma la rifiuta.

Per ultimo poppata al seno verso le nove di sera circa.

I problemi sono incominciati con i primi dentini nel giro di 20 giorni ne sono spuntati sei, e di conseguenza faceva fatica a mangiare. Per invogliarlo a mangiare ho proposto dei giochini, ma ultimamente la situazione sta degenerando; ci stiamo rendendo "schiavi" del teatrino per fargli aprire la bocca se no sono pianti e lamentele. Come faccio a ristabilire la normalità? Dimenticavo, non ha avuto nessun problema con lo svezzamento né nell’accettare il cucchiaino.

Scusi se mi sono dilungata ma volevo essere dettagliata. Grazie, Alessia 1972

Il bimbo è cresciuto bene ed è perfettamente nella norma per quanto riguarda peso e altezza, con una lieve prevalenza dell’altezza sul peso. Per quanto riguarda la crescita ponderale: la valutazione, dopo il primo semestre di vita, dovrebbe essere bimestrale e non più mensile e bisognerebbe tenere in considerazione molto più l’accrescimento in altezza (nel caso del tuo bimbo, normale) piuttosto che in peso, soprattutto se i genitori sono snelli e di costituzione non robusta.

Però, senza sapere quanto latte materno riesce a prendere il bimbo, non posso dirti se sia realmente insufficiente: la fame del bimbo dovrebbe essere un buon indicatore, più che la bilancia. Prova a continuare con il tuo latte mattina e sera, integrandolo, magari, se temi che sia scarso, con uno yogurt oppure con una baby merenda la mattina. Se vuoi continuare ad allattare ancora per un po’, dovresti anche attaccarlo al seno di pomeriggio, sempre integrando con un po’ di frutta o altro, perché se non allatterai più nemmeno di mattina, il tuo latte sparirà velocemente.

Per quanto riguarda pianti e capriccetti vari: in epoca di eruzione dei denti sono normali e vanno vissuti con filosofia. Elimina gli omo di carne che fanno inutile volume e hanno meno sostanza della carne fresca, prepara al bimbo 30-40 gr di carne cotta a vapore, aggiungi la solita minestrina, i soliti cucchiai di passato di verdure, i soliti condimenti, ma riduci, magari, il brodo vegetale, in modo che il volume della pappa sia più scarso.

Quando il bimbo non finisce la sua pappa, non insistere e prova a dargli, durante il giorno, un pezzettino di pane da sgranocchiare o un cucchiaino in più di formaggino e così via. I liquidi del brodo vegetale che verrà ridotto saranno reintegrati con più acqua da bere o succo di frutta.

Integra l’alimentazione con un polivitaminico e, se il bimbo assume vitamina D da molto tempo, prova a sospenderla per un po’. Puoi anche, con un po’ di fantasia, variare l’alimentazione del piccolo: una purea di patate con latte e formaggio fuso, oppure una polentina con sugo o con formaggio fuso e così via…

Un caro saluto, Daniela