Orari dei pasti durante lo svezzamento

 

Gentilissima Dottoressa,

la ringrazio per la rapidità della sua risposta di ieri e per i molti consigli! Mi restano tuttavia due dubbi ed è per questo che le sto scrivendo ancora:

1) lei mi suggerisce di offrire il primo pasto (al seno) al mio bimbo intorno alle 7.30, massimo 8, ma a quell’ora lui generalmente dorme! Dato che si sveglia intorno alle 9 (e che normalmente ha poppato durante la seconda parte della notte) e che non credo abbia senso svegliarlo (oppure sì?), è opportuno che dopo aver mangiato al risveglio faccia uno spuntino due ore e mezza dopo, per poi mangiare nuovamente alle 12-12.30 la pappa come lei mi indica?

2) fermo restando questi orari dei pasti e quello della "merenda" intorno alle 15.30, come da sua indicazione, intorno a che ora mi consiglia di proporgli la seconda pappa serale, tenendo presente che, come le scrivevo, Davide già dalle 19 (o anche prima!) comincia a dare segni di stanchezza ed è abituato ad addormentarsi tra le 20 e le 20.30 (di sera/notte è un dormiglione, ma durante il giorno dorme poco), attualmente dopo aver poppato intorno alle 19.30?

La ringrazio per questi ulteriori chiarimenti e soprattutto per la disponibilità: non so davvero come faccia a trovare il tempo per soddisfare le richieste di noi mamme in modo così rapido ed approfondito.

Credo che sia proprio animata da un grande amore per il suo lavoro, ed è bello incontrare (sia pure virtualmente) professionisti come lei!

Con sincera stima, un caro saluto.

Valentina

Finché non hai il problema del lavoro, fai dormire il bimbo quanto gli pare e salta la frutta di metà mattina spostandola, magari, dopo la pappa. La cena andrà bene verso le sette, sette e mezzo.

Quello che volevo consigliare è di togliere al bimbo l’abitudine della poppata a metà notte perché quando non lo allatterai più e quando tornerai al lavoro sarebbe un errore abituarlo al biberon di latte alle due o alle tre di notte e comunque i suoi risvegli ti scombussolerebbero il sonno visto che ti dovrai alzare comunque presto.

Se il bimbo tende ad essere stanco la sera, puoi ridurre al minimo la merenda pomeridiana e farlo cenare non oltre le sette, anche alle sei e mezzo, ma attenta che non si svegli poi di notte. Per questo motivo sarebbe meglio allattarlo non oltre le nove la mattina e cercare di mantenere gli orari sopra indicati e fare in modo che sia già abituato a questi orari quando dovrai tornare al lavoro.

Per quanto riguarda la mia organizzazione della giornata per rispondere alle mamme: per fortuna mi sveglio molto presto la mattina e, di solito, dedico dalle due alle tre ore alle risposte proprio nelle prime ore del giorno e qualcos’altro dall’ora di pranzo in poi. Come vedi, salvo giornate particolari con un maggior numero di mail alle quali rispondere, riesco ad avere quasi tutta la giornata libera nonostante il mio impegno sul sito. Tutto sta a svegliarsi molto presto la mattina: ma questo, ad una certa età, viene spontaneo e non pesa.

Un caro saluto, Daniela

2 Commenti

  1. Gentile dottoressa,

    Emanuele mio figlio ha 9 mesi fra pochi giorni. Non è mai stato un dormiglione e fa un pisolino solo dopo pranzo anche di due ore due ore e mezza………

    Io ho un’attività in proprio che mi consente di portarlo con me tutto il giorno, ma con il problema di farlo cenare tardi la sera. Rincaso alle 19.30 e prima di dargli la cena alle 20.00 gli ha sempre fatto il bagnetto perchè dopo cena la pappa era difficile da digerire e una volta ha anche vomitato.
    Alle 20 è stanco per mangiare bene e tutto e volevo anticipargliela un pò….
    Di solito si sveglia la mattina intorno alle 5.30 prende il mio latte e si riaddormenta fino alle 8 e anche altre…..
    verso le 9.30 gli ridò il mio latte, 11.30 pranzo…..15.30 merenda…….Posso dargli la cena verso le 18.30? così avrebbe mangiato presto alla sera verso le 21 potrei fargli il bagnetto e metterlo a letto dopo il latte…… mi dica se faccio bene..

    Grazie Valeria.

  2. Non la trovo un’idea meravigliosa fare il bagnetto così tardi però i problemi organizzativi di una mamma impongono anche deroghe alle consuetudini maggiormente consigliate. Ugualmente trovo che sia un po presto per cenare: pranzo merenda e cena sarebbero ravvicinati poi molte ore di distanza tra l’ultimo pasto semisolido della giornata e il successivo. Io modificherei l’orario del bagnetto, se possibile, spostandolo di mattina, ma, ripeto, alla fine sta a te valutare l’organizzazione migliore della giornata compatibilmente con i tuoi impegni lavorativi. Considera che, benché sia un momento molto piacevole e utile, non è obbligatorio fare il bagno al bimbo proprio ogni giorno.