Non mangia più

 

Cara Dottoressa,

 

mia figlia ha 13 mesi appena compiuti, frequenta il nido da tre mesi, prende ancora il mio latte perché segue una dieta priva di proteine del latte vaccino, ed ha solo i due incisivi inferiori.

 

Il problema che mi assilla è che da quando ha fatto il vaccino MPR (un mese fa) e l’otite in concomitanza, non riesco più a farle mangiare la cena.

 

Al nido, fino a due giorni fa, riuscivano a farle mangiare il piatto unico, non la frutta ed il pane perché rifiutati, ma ora comincia a rifiutare anche il piatto unico.

 

Stasera, per esempio, sono riuscita a darle solo pezzi di verdura bollita e fredda di frigo, il mais in grani e i pisellini che prende con le dita (la pastina con il pesce non l’ha voluta).

 

Non so più cosa inventarmi, cosa le preparo?

 

Vorrà forse incominciare a mangiare da sola?

 

Ma con due denti come fa a masticare? Non so più cosa fare.

 

Sofia pesa 8,3 Kg.

 

Grazie dell’attenzione, Alessandra

 

 

 

 

Lascia perdere l’idea di farla mangiare da sola in questo periodo: ci riproverai fra alcuni mesi o quando si sarà ripresa. Per ora prova con alcuni cibi un po’ più saporiti come prosciutto, qualche sformato di patate e carote insaporito con uovo e gratinato al forno (sempre molto morbido, però), oppure separa i cibi dandole un po’ di pane o pizza da sgranocchiare poi gli altri cibi cremosi.

 

Puoi fare un frullato di frutta allungato con acqua e darlo con il bicchierino o il biberon e se la bimba rifiuta il cucchiaio, magari perché le sue gengive sono infiammate e stanno spuntando altri dentini, prova a preparare dei minuscoli bocconcini di verdure miste a carne o prosciutto omogeneizzati o frullati che può prendere con le sue mani e portare alla bocca senza l’interposizione di qualcosa di duro come il bordo del cucchiaio.

 

Falla un po pasticciare con le sue mani mettendole sul piatto dei bocconcini che può afferrare con le dita. Scegli la banana come frutto morbido, falla divertire e se la vedi stanca, la sera, dopo essere tornata dall’asilo, attaccala al seno per compensare la parte di pappa che rifiuta.

 

So che non è facile inventarsi qualcosa di stuzzicante quando non si può ricorrere ai formaggi vari, però con un po’ di pazienza e tanta fantasia, anzi, al contrario, con tanta pazienza ed un pizzico di fantasia, prima o poi la situazione migliora.

 

Considera anche l’inappetenza dovuta al caldo improvviso e le esigenze alimentari che si riducono, appunto, quando fa caldo. Una quantità ridotta di pastina o semolino può essere compensata da alcuni biscottini senza proteine del latte e se la bimba rifiuta carne e pesce, puoi sempre provare con un tuorlo d’uovo, se non è allergica, oppure con un passato di legumi.

 

Cerca di farla comunque bere sempre a sufficienza e se ama i sapori dolci, puoi arricchire camomilla o frullati di frutta con alcuni cucchiaini di cereali o biscotto.

 

Un caro saluto, Daniela