Non beve tutto il latte e piange

Buongiorno dottoressa,
mia figlia, nata il 14 dicembre, è stata allattata da me fino al 15 gennaio poi da lì non ho più avuto latte e la mia pediatra mi ha consigliato il Nidina 1 excel.
Dopo metà biberon, però, inizia a piangere e non capisco il motivo, provo a metterle vicino il dito e lo succhia, segno che cerca. Ogni volta che faccio 110 gr come dice la pediatra non lo finisce tutto, ne lascia circa un 40 gr e piange sempre.
Mi sa dare un consiglio e cosa può essere la causa?
Grazie,
saluto cordialmente.

Le ipotesi che si possono fare sono: latte troppo caldo o troppo freddo? Riflesso gastro colico vivace con dolori di pancia appena un liquido caldo riempie lo stomaco? Inizio delle coliche del primo trimestre che, normalmente, non iniziano alla nascita ma alla terza, quarta settimana di vita? Reflusso gastro-esofageo? Dolori addominali da allergia alle proteine del latte vaccino (i latti artificiali derivano tutti dal latte vaccino anche se modificati)? Ha lo stomaco piccolino e ha bisogno di fare la poppata in due tempi, ora che la quantità di latte per poppata è maggiore di qualche settimana fa?
Tutte queste ipotesi vanno prese in considerazione una per una, bisogna controllare l’aspetto delle feci (normali, frequenti, diarrea, muco, stitichezza…), la presenza di arrossamenti o dermatiti, la presenza di vomito o di frequenti rigurgiti, il tipo di sonno tra una poppata e l’altra, che movimenti fa quando piange dopo avere poppato: ha scatti alle gambe e si rannicchia su se stessa (colica) oppure estende il tronco e butta la testa all’indietro (reflusso)?
Bisogna visitare bene la bimba per capire se ha l’addome molto teso e gonfio di aria oppure morbido e palpabile senza fastidi, bisogna conoscere la storia famigliare per sapere se vi sono casi di allergia o intolleranza al latte (altri fratelli, i genitori…).
Bisogna controllare se continua a crescere regolarmente o meno e così via.
Solo dopo si può avanzare una ipotesi. Devi quindi riparlarne con la tua pediatra oppure riscrivermi dandomi maggiori informazioni.
Un caro saluto,
Daniela