Neonato con toxoplasma IGG positivo

Salve,

abbiamo adottato un bimbo alla nascita; l’ospedale alla nascita ha effettuato delle analisi tra cui risulta:
– toxoplasma IGG positivo IGM negativo
– rubella IGG positivo IGM negativo
– HSV1 IGG positivo IGM negativo
– CMV IGG positivo IGM negativo

cosa significa?

Che la mamma ha contratto tutte queste infezioni/malattie in gravidanza oppure erano precedenti la gravidanza?
Nel primo caso significa che il pupo ha avuto lui stesso tutte le infezioni/malattie??

Grazie per l’aiuto

 

Quasi sicuramente il bimbo ha ancora nel suo sangue anticorpi materni.

Pertanto, visto che solo la presenza di anticorpi IgM è indicativa di infezione in atto o, comunque, contratta dal bambino, io ripeterei le analisi dopo almeno tre mesi, quando si suppone che gli anticorpi trasmessi dalla madre al bambino per via placentare siano stati distrutti o totalmente o anche parzialmente.

Nell’ipotesi che alcune di queste malattie possano essere state contratte in gravidanza nelle immediate vicinanze del parto e che il bimbo non abbia ancora avuto modo di sviluppare delle sue IgM specifiche pur essendosi infettato, un controllo delle stesse analisi può essere fatto a distanza di una o due settimane, non di più, dal precedente: se anche in questa occasione non si sviluppassero IgM, si potrà stare tranquilli.

Comunque, visto che è molto probabile che non possiate conoscere l’anamnesi materna né tantomeno l’anamnesi familiare del piccolo, alcuni controlli di base come visita oculistica e altre analisi di routine per malattie dismetaboliche più quelle chimiche generali saranno opportuni, anche se penso che saranno già state praticate.

Questa raccomandazione, in ogni caso, non c’entra nulla con il timore che il piccolo abbia contratto infezioni in gravidanza, timore che a me sembra molto remoto, in verità. La presenza delle sole IgG specifiche non dà la possibilità di valutare se l’infezione contratta dalla madre sia recente, o quantomeno sia avvenuta in gravidanza, o meno, in quanto si tratta di anticorpi che a volte persistono per anni nel siero prima di estinguersi.

Solo le IgM sono significative per infezione in corso o comunque molto recente.

Un caro saluto e complimenti per la vostra scelta generosa e coraggiosa.

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone