Necessità di urinare spesso a 4 anni

Buongiorno dottoressa,
da circa una settimana mia figlia, 4 anni, manifesta il bisogno di fare pipì molto spesso, ogni 10-15 minuti, e a volte non riesce a trattenersi per cui si bagna. Sono solo poche gocce, infatti a scuola non dice niente e resta bagnata, e la maestra neanche lo nota. Ovviamente la maestra è al corrente della situazione e la fa andare in bagno spesso. La notte porta ancora il pannolino, che continuo a trovare bagnato come sempre.
Inoltre, lei che ha sempre mangiato di gusto, adesso è un po inappetente. 
Ho eseguito un esame delle urine con urinocoltura, che sono risultati negativi. 
Come mi consiglia di affrontare il problema? Potrebbe essere indice di qualche patologia o di un disagio psicologico? In quest’ultimo caso, le faccio presente che l’unico cambiamento o situazione stressante è stato il passaggio di classe con una nuova maestra e con i bimbi più grandi (ma comunque insieme ai compagnetti dello scorso anno), in un contesto dove è dato meno spazio al gioco e vengono richiesti maggiore attenzione e maggior tempo da dedicare alle attività “prescolari”. Ho inoltre potuto constatare che, in situazioni in cui si distrae o si diverte (es. feste o scampagnate), il problema è molto meno evidente, infatti chiede di andare in bagno decisamente meno spesso.
La ringrazio per la sua disponibilità e per i suoi preziosi consigli.




E’ possibile che un momentaneo disagio psicologico influisca sul controllo sfinterico così come uno scarso controllo sfinterico acuisca e rinforzi un disagio psicologico. E’ anche possibile che la bimba soffra di vescica iperattiva: anche questo disturbo, che non è influenzato dalla psiche, è caratterizzato dai sintomi che hai descritto. Forse, una semplice valutazione del comportamento della bimba lontano da situazioni ansiogene come la nuova classe o altro per alcuni giorni, potrebbe indirizzare verso un problema solo psicologico se a casa non si manifesta ma a scuola si, oppure reale e fisico se anche a casa la bimba si comporta nello stesso modo. Nel primo caso una bella chiacchierata con la nuova maestra e anche con la bimba potrebbero aiutare, mentre nel secondo caso bisognerebbe indagare sulla funzionalità vescicale e intraprendere una educazione alla minzione praticando la ginnastica vescicale e ricordando alla bimba di andare in bagno ogni 3 ore con regolarità. Può aiutare abituare la piccola ad assumere liquidi in orari opportuni così come può essere utile eliminare dalla sua alimentazione cibi e bevande irritanti o contenenti sostanze eccitanti come cioccolata, coca cola, tè, ecc.