Macroglossia

Gentile dottoressa, ho una bimba di 10 mesi . Mia figlia è nata con la lingua un pò più grossa del normale. Nei vari screening fatti alla nascita in ospedale non è mai uscito niente di patologico. Il pediatra dell’ospedale mi ha detto che una volta cresciuto il cranio e la cavità orale la lingua rientra nella normalità. Premetto che è nata senza il frenulo e la pediatra che la tiene in cura le ha fatto fare anche una visita specialistica otorinolaringoiatra per vedere se c’è qualcosa di patologico. Lo specialista ha rilevato una lieve macroglossia con successivi controlli alla crescita., ma non ha parlato nè di di sindrome di backwith widemann , anche perchè la bimba non presenta nessuno dei sintomi di questa sindrome. Secondo lei è opportuno andare a fondo sulla questione lingua grossa? Inoltre da qualche mese le ho notato un rialzo al centro della lingua che non aveva prima …
la ringrazio del suo parere.

Le cause di macroglossia neonatale, come ti è stato sicuramente già spiegato, possono essere moltissime. Escludendo anomalie cromosomiche come la sindrome di Beckwith Wiedemann, la trisomia 21, cioè la sindrome di Down e la trisomia 22, entrambe ben diagnosticabili e comprendenti ben altri sintomi associati, escludendo patologie ormonali ipofisarie come l’acromegalia che porta ad una ipertrofia di tutti gli organi compreso l’apparato schelettrico, io mi limiterei a prendere in considerazione soltanto l’ipotesi di una macroglossia relativa, qualora la piccola avesse un cranio nel suo complesso oppure un massiccio facciale leggermente meno sviluppato della media, una macroglossia familiare qualora anche altri familiari avessero avuto la stessa caratteristica da neonati o nei primi mesi di vita, una macroglossia dovuta semplicemente ad una ipertrofia del muscolo della lingua, cioè una macroglossia idiopatica, oppure prenderei in considerazione tutte le patologie che potrebbero far aumentare il volume della lingua come un igroma, un emangioma, un linfangioma, un angioedema ma, dato che hai recentemente notato un rigonfiamento nella parte centrale della lingua, l’ipotesi di una persistenza del tessuto tiroideo in questa sede. Vi sono poi molte malattie metaboliche dovute ad accumulo di mucopolisaccaridi nei tessuti che possono avere come sintomo, oltre ad altri, anche un aumento del volume della lingua. Però, visto che la piccola è stata ripetutamente valutata da molti specialisti, tenderei ovviamente ad escludere tutte le malattie che comportano sintomi multipli e non solo una macroglossia che sarebbero venute in mente ai medici e tenderei a pensare più ad una macroglossia costituzionale o relativa oppure terrei sotto controllo il rigonfiamento di cui parli pensando a quanto ricordato in precedenza (angioma, linfangioma, persistenza di tessuto tiroideo, ecc.), cioè qualcosa interessante esclusivamente la lingua e non un sintomo legato ad una patologia generalizzata. Purtroppo, mancandomi la bimba sotto gli occhi, non posso che essere molto generica nella mia valutazione.

Condividi
Articolo precedenteRifiuta l’antibiotico
Articolo successivoGioca da solo e mi evita
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.