L’ipotropia: bulbo oculare rivolto in basso

Cara dottoressa,
ad una mia amica è successa una cosa molto strana e lei è molto preoccupata. Il suo bambino, che ha 2 anni, si è svegliato una mattina con un occhio girato verso il basso, non si vede quasi più la pupilla e non sa da cosa sia dipeso. Non so se è un problema di nervi…
Grazie

L’ipotropia, cioè la posizione ruotata verso il basso di un bulbo oculare, si colloca nel più vasto quadro degli strabismi, essendo anche chiamato strabismo verticale.
Gli strabismi più conosciuti sono quelli che deviano gli occhi orizzontalmente sia verso l’interno – strabismo convergente – che verso l’esterno – strabismo divergente. Ma vi sono anche gli strabismi che deviano i bulbi oculari verso l’alto (ipertropia) e verso il basso, come nel caso del bimbo della tua amica (ipotropia).
L’ipotropia è dovuta ad una anomalia di funzionamento del muscolo oculomotore la cui natura può essere di tipo nervoso, infiammatorio o post traumatico, oppure può essere dovuto a malattie vascolari, degenerative e neoformative del tessuto cerebrale che creano una sofferenza al muscolo oculomotore o al nervo che lo innerva.
Essendo un argomento prettamente oculistico, non mi sento di dire di più, però una visita specialistica si impone di certo.
Un caro saluto,
Daniela